Hip Hop, gli organizzatori danno l'ultimatum: "Se non abbiamo le strutture per tre anni gratis andiamo via"

"Abbiamo bisogno di garanzie e le vogliamo nero su bianco, altrimenti sarà l'ultimo anno, non abbiamo paura"

Tensione alle stelle all'incontro stampa "Per un pugno di euro", convocato venerdì dagli organizzatori dell’Hip Hop Contest di Riccione e Riccione Danza. Sul piatto la concreta possibilità delle manifestazioni allontanarsi dalla Perla Verde. L’incontro, voluto da Idea s.r.l/Cruisin’, con la collaborazione del consorzio Costa Hotels, è stata l'occasione per ribadire a gran voce le richieste necessarie per andare avanti. Ennio Tricomi, patron dell'Hip Hop ha sottolineato di avere già detto chiaro e tondo all'amministrazione comunale come stanno le cose: "Per restare a Riccione abbiamo bisogno di garanzie e chiediamo di godere gratuitamente per tre anni del Palazzo dei congressi di Riccione e del Palazzo del Turismo".

Tricomi conitnua evidenziando che portare la manifestazione nella Perla Verde resta un grande piacere, "siamo felici di essere qui e il cambio delle strutture il Comune riceve diversi benefici, organizziamo serate gratuite e portiamo migliaia di artisti e turisti. Non vogliamo un euro di contributo, ma le strutture servono gratis, del Playhall non sappiamo cosa farcene, non è adatto". Rispetto alle richieste del Comune Tricomi ribatte: "Ci hanno chiesto 25mila euro per 5 giorni per il Palazzo dei Congressi, un prezzo sembra scontato, il primo prezzo sarebbe stato circa 31mila euro. Se mi ritrovo a pagarlo salderò il conto alla fine dell'evento estivo e poi faremo le valigie, sono in tanti a corteggiarci".

"Aspettiamo una risposta dall'amministrazione, possono trovare le risorse anche a livello regionale per venirci incontro. Attendiamo con grande speranza. Dal 2009 al 2019 sono dieci anni e vuol dire aver superato la crisi del settimo anno, vuol dire essersi affezionato alle persone, alle loro tradizioni, ai loro sorrisi ed ai loro momenti di tristezza e difficoltà. Vuol dire riconoscere le strade calpestate più volte, i sapori e gli odori della città. Questo incontro ha il valore di un puntino nero su un manifesto bianco, troppo piccolo per nuocere e troppo visibile per nascondersi. Le nostre intenzioni sono opposte e cioè appartengono alle certezze oltre qualsiasi interpretazione. Vogliamo fare il punto di questi dieci anni e decifrare i comportamenti per evidenziare i nostri errori che certamente sono stati tanti per raccogliere tanta solidarietà dagli amici e collaboratori e tanta poca stima da coloro che contano e che decidono del nostro presente e soprattutto del nostro futuro. Questi dieci anni sono passati in fretta ma hanno lasciato il segno ed una serie di segnali che devono condurci verso il futuro migliore. Abbiamo presentato i nostri progetti dopo aver mostrato le nostre capacità. Prima erano sogni ora sono realtà possibili, che potranno trasformarsi in obiettivi e fini accessibili soltanto a patto che non si naviga a vista come è avvenuto fino ad ora.  Ecco offriamo consapevolezza e pretendiamo certezze, quindi collaborate con noi nei termini più aridi e concreti oppure indicateci la strada per uscire dal disorientamento con atti di estrema maturità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento