"Sono appena uscito di galera": deruba un giovane, poi picchia l'amico. Preso

In particolare, il malfattore, con fare aggressivo, si è avvicinato improvvisamente ad un ragazzo che, insieme ad alcuni coetanei, stava ballando all’interno del locale “Operà” di Riccione, zona Marano

Un 25enne di Melfi, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato alle prime luci dell'alba di giovedì dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Riccione per rapina ed estorsione ai danni di un ragazzo venuto in Riviera in vacanza con gli amici. In particolare, il malfattore, con fare aggressivo, si è avvicinato improvvisamente ad un ragazzo che, insieme ad alcuni coetanei, stava ballando all’interno del locale “Operà” di Riccione, zona Marano.

Qui, dopo averlo spintonato e schiaffeggiato, lo intimava ad acquistare della droga da lui ma, al rifiuto di quest’ultimo, prima lo ha minacciato di morte proferendo frasi ingiuriose e millantando la sua pericolosità perchè appena uscito di galera. Quindi lo ha derubato dell'I-Phone dalle tasche, intimandogli di dargli 150 euro o, altrimenti, sarebbe scappato con il cellulare.

Tale situazione ha lasciato per un istante la vittima in silenzio dallo stupore. Il rapinatore, ribadendo il fatto di volere i soldi, ha iniziato a picchiare anche l’amico, per poi scappare. I ragazzi chiamavano quindi subito i Carabinieri che, immediatamente giunti, hanno iniziato una meticolosa attività di ricerca fino ad individuarlo e bloccarlo. Il 28enne ora è in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento