Il rapinatore armato di ascia era il vicino di casa della tabaccheria

Individuato dai carabinieri di Riccione l'autore del doppio colpo messo a segno nel negozio della Perla Verde

Un'indagine "alla vecchia maniera" quella portata a termine dai carabinieri di Riccione che hanno individuato, e sottoposto a fermo, il presuto autore delle due rapine ai danni della tabaccheria di viale Bologna nella Perla Verde. Ad essere arrestato è finito un marocchino 24enne che è risultato abitare a poche decine di metri dal negozio rapinato. Il nordafricano si è così visto piombare in casa gli inquirenti dell'Arma che, in seguito a una perquisizione, hanno ritrovato gli indumenti utilizzati per mettere a segno i colpi, risultati essere gli stessi grazie alla comparazione con le immagini delle telecamere a circuito chiuso della tabaccheria, e anche l'ascia, trovata sepolta in una buca del giardino. E' stato proprio questo secondo elemento a inchiodare il 24enne che, vistosi scoperto, ha fatto delle parziali ammissioni col fratello, attualmente agli arresti domiciliari per reati legati agli stupefacenti, intercettate dai militari dell'Arma. Visti i pesanti indizi, per il marocchino è scattato il fermo di polizia e, nei prossimi giorni, il giudice dovrà decidere se convalidarlo o meno. Il bottino delle due rapine, circa 2mila euro, non è stato invece recuperato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Indossa vestiti a strati e poi cerca di scappare dal negozio senza pagarli

Torna su
RiminiToday è in caricamento