Presi i razziatori di calzini nei supermercati: era una banda di tre marocchini

Da giorni le confezioni sparivano dagli scaffali del supermercato "Angelini" di viale Dante nonostante la stretta sorveglianza del personale del negozio

Da giorni era oramai diventata una vera e propria maledizione per il supermercato "Angelini" di viale Dante a Riccione che, sistematicamente, si vedeva sparire i calzini dagli scaffali. In tutto, sono state rubate 45 paia di calze per un valore di circa 90 euro. Per cercare di arginare l'emoraggia, le confezioni erano state dotate di sistema antitaccheggio ma, i malviventi, erano riusciti a manomettere le placchette e a continuare indisturbati fino a quando, nella serata di lunedì, qualcosa è andato storto. Il personale del negozio, infatti, aveva nascosto l'antifurto all'interno della confezione e, ignari del cambiamento, i ladri si erano avviati tranquillamente all'uscita fino a quando è scattato l'allarme che ha smascherato 3 marocchini. I dipendenti del supermercato hanno bloccato immediatamente le porte ma, due dei tre stranieri, sono riusciti a scappare mentre il terzo è rimasto intrappolato all'interno del negozio fino all'arrivo dei carabinieri. Perquisito dai militari dell'Arma, nelle tasche di un marocchino 19enne sono stati trovati un paio di calzini rubati nel negozio e una bottiglia di Sambuca Molinari. Per lo straniero, residente a Reggio emilia, sono scattate le manette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento