Inaugurazione con "brivido" per il rinnovato reparto di Oculistica

E' stato inaugurato martedì mattina, completamente ristrutturato e rinnovato, il reparto di Oculistica dell'Ospedale “Ceccarini” di Riccione

E' stato inaugurato martedì mattina, completamente ristrutturato e rinnovato, il reparto di Oculistica dell'Ospedale “Ceccarini” di Riccione. Erano presenti il vicesindaco di Riccione Lanfranco Francolini, il direttore sanitario dell'Azienda USL Saverio Lovecchio, il direttore medico del Presidio Ospedaliero di Riccione – Cattolica Romeo Giannei, il direttore dell'Unità Operativa di Oculistica Marlilnda Ortolani.

Situato al primo piano del nosocomio, il reparto misura circa 400 metri quadrati. I lavori sono iniziati ad inizio anno e riguardano principalmente la sostituzione degli impianti meccanici, idraulici, elettrici e per i gas medicali, nonchè modifiche edilizie per un miglior  comfort ambientale e degli spazi. Si è contestualmente data rilevanza a misure di risparmio energetico e ammodernamento impiantistico, ma soprattutto si sono completati lavori per la sicurezza degli ambienti (antincendio, vie di fuga, illuminazione di emergenza e altro). Sono stati completamente sostituiti e migliorati gli impianti legati al condizionamento dell'aria, le tubazioni idriche principali e l'impianto di gas medicali. Per la sostituzione delle plafoniere sono stati utilizzati impianti d'illuminazione a risparmio energetico.

Tutti i locali sono stati ridipinti con tecniche e tonalità studiate per aumentare l'accoglienza e il comfort dei pazienti. I lavori hanno seguito il programma di ammodernamento così come era stato già realizzato per i precedenti reparti ristrutturati nel 2011. Il costo complessivo dell'opera ammonta a circa 180.000 euro, di cui una parte finanziata da contributi Stato-Regione e una parte finanziata dall'Azienda.

Per quanto riguarda l'attività clinica dell'Unità Operativa, la dottoressa Ortolani ha speigato che si svolge distribuita su tre ospedali, lo stesso “Ceccarini”, l'Ospedale “Infermi” di Rimini e l'Ospedale “Cervesi” di Cattolica. A Riccione si svolgono attività di degenza, day hospital, visite prioritarie di controllo, diagnostica di secondo e terzo livello, attività chirurgica di sala operatoria, trattamenti laser e cross linking. Nell'anno 2011 le prestazioni di attività ambulatoriale eseguite sono state 19.865 cui si aggiungono 2.452 interventi chirurgici con sette sedute settimanali.

Presso l'Ospedale di Rimini si svolge attività di Pronto Soccorso oculistico, visite prioritarie di controllo, screaning della retinopatia diabetica, prime visite oculistiche (prenotabili a CUP) e vi è presente un Centro Ortottico con attività di diagnostica e riabilitazione dei difetti visivi dell'infanzia. Nel 2011 vi si sono svolte 18.550 prestazioni.

Infine, all'ospedale di Cattolica si svolgono attività chirurgica di sala operatoria e attività ambulatoriale di prime visite e controllo. Nell'anno 2011 sono state eseguite 5.759 prestazioni ambulatoriali e 636 interventi chirurgici (due le sedute operatorie settimanali). Complessivamente le prestazioni, tra ambulatoriali e chirurgiche sono state, nel 2011, 44.174. L'attività dell'oculistica è molto apprezzata, tanto che un quinto viene svolta per pazienti non residenti in provincia di Rimini.

“La nostra attività – ha spiegato il primario – si suddivide in urgenza, quando ad esempio pazienti che hanno avuto traumi agli occhi, e in elezione, cioè gli interventi programmati, che sono la maggioranza. Siamo specializzati anche in interventi di oftamologia pediatrica e molta della nostra attività, sempre di più, è sui pazienti anziani, in seguito all'aumentata aspettativa di vita. Abbiamo raffinato notevolmente le nostre modalità d'intervento e anche le relative apparecchiature e ora siamo in grado di compiere praticamente tutti i tipi di intervento”.

Il direttore sanitario Lovecchio ha aggiunto che “ormai si va fuori Rimini solo per gli interventi che richiedono specialisti di livello universitario, per tutto il resto siamo autosufficienti. Non sono più i tempi in cui per operarsi agli occhi bisognava andare fuori”.

Lodi, per l'inaugurazione ma anche per il corposo programma di investimenti che negli ultimi anni “nonostante la crisi” ha riguardato l'ospedale “Ceccarini” di Riccione, sono arrivate, infine, dal vicesindaco Francolini. Per la cronaca, durante l'inaugurazione per un disguido tecnico è scattato l'allarme incendio al pianterreno dell'ospedale dove ci sono solo ambulatori. L'allarme è stato spento e gli utenti rassicurati; ciò ha fatto sì che la cerominia fosse interrotta per circa cinque minuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento