Riccione, riaperto il Posto Estivo di Polizia

Alla riapertura del presidio estivo di viale Torino, festeggiata con una breve cerimonia inaugurale ha partecipato tra gli altri il Prefetto di Rimini Claudio Palomba

Riaperto mercoledì mattina il Posto Estivo di Polizia di Stato di Riccione. Alla riapertura del presidio estivo di viale Torino, festeggiata con una breve cerimonia inaugurale hanno partecipato il Prefetto di Rimini Claudio Palomba, il Questore Oreste Capocasa, il Sindaco di Riccione Massimo Pironi. Il Prefetto e il Questore hanno assicurato al Sindaco Pironi la massima attenzione dello Stato nel controllo dell’ordine pubblico e a garanzia di un sereno svolgimento della stagione turistica, grazie a una grande e consolidata consuetudine di collaborazione tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia Costiera e Polizia di Stato.

Il Sindaco Massimo Pironi, dal canto suo, ha ricordato i successi ottenuti dal NAC Nucleo antiabusivismo commerciale della Polizia municipale e dalla collaborazione interforze nel contrastare e vincere il fenomeno del commercio abusivo sull’arenile. Prefetto, Questore e Sindaco si sono poi uniti nel brindisi con gli agenti affidati al Posto Estivo di Riccione, e posti sotto il comando del Sost. Commissario Salvatore Sabella e la Vice Comandante Johnny Arseni. Alla breve cerimonia ha fatto seguito la benedizione impartita ai presenti e ai locali del presidio dal Cappellano Don Tarcisio Tamburini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento