Riccione sempre più vicina ai bisogni degli amanti delle bici

Con alcuni piccoli interventi, in alcuni casi semplici tratti di vernice gialla e qualche "occhio di gatto" sull'asfalto, la vita dei ciclisti diventa più agevole

Con alcuni piccoli interventi, in alcuni casi semplici tratti di vernice gialla e qualche “occhio di gatto” sull’asfalto, la vita dei ciclisti diventa più agevole. Come nel caso del nuovo raccordo tra la pista ciclabile del Lungomare della repubblica e via Torino, in piazzale Marinai d’Italia completato già da alcuni giorni. L’intervento ha l’obiettivo di superare un passaggio critico per i ciclisti che, proprio in prossimità del piazzale, si trovavano a dover invadere il marciapiede, per non trovarsi contromano sulla carreggiata di viale Torino.

La pista ciclabile del nuovo lungomare ora scorre in un percorso protetto fino ad immettersi nella pista ciclo-pedonale che corre lungo la spiaggia, fino a raggiungere piazzale Kennedy e da qui ricongiungersi con la pista ciclabile litoranea in direzione Sud. Il percorso è stato ricavato sul piano del piazzale Marinai d’Italia in parte con cordoli di cemento a rilievo in parte con transenne metalliche fissate al suolo, per evitare accumuli di sabbia portata dal vento e favorire il deflusso delle acque piovane.

Le plance delle transenne potranno essere utilizzate anche a scopo promozionale e incrementare le entrate comunali da pubblicità. Tutti raccordi con i marciapiedi esistenti rispettano le norme sull’eliminazione delle barriere architettoniche. L’intervento è stato realizzato da Geat spa, per un costo complessivo di 33.880 euro. Altro piccolo, ma importante intervento, è quello messo in atto in viale San Martino, dove è stata ricavata una pista ciclabile (lato Sud) delimitata e protetta da fioriere.

L’intervento ha natura sperimentale e a fine stagione se ne valuterà la resa. Infine, la pista ciclabile litoranea che va da piazzale Kennedy fino a Misano Adriatico: qualche giorno fa è stata ridipinta la linea gialla di demarcazione ma allargandola di 50 centimetri, il che consentirà di incrociare più comodamente le biciclette nell’altro senso di marcia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento