Serbatoio di acido si surriscalda nel depuratore, intervengono i vigili del fuoco

Notte di lavoro a Riccione per cercare di prevenire la fuoriuscita di vapori tossici dall'impianto

E' scattato nella serata di sabato l'allarme che ha fatto accorrere, al depuratore di Riccione, i vigili del fuoco col supporto del reparto Nbcr (gli esperti dei rischi nucleare - biologico - chimico - radiologico). L'allerta è stata dovuta al surriscaldamento di un serbatoio, da 6mila litri, contenete acido paracetico utilizzato per il trattamento delle acque di scarico. La reazione chimica, le cui cause sono ancora sconosciute, ha fatto innalzare la temperatura della cisterna ubicata in una struttura all'interno dell'impianto provocando il rischio di fuoriuscita di vapori nocivi. Il personale del 115 ha quindi provveduto a monitorare la situazione e ad abbassare il calore. Le operazioni sono ancora in corso ma, al momento, non vengono segnalati rischi per la popolazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

Torna su
RiminiToday è in caricamento