Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Riccione

Riccione si prepara a diventare capitale della vela con oasi in spiaggia

Nell'ex colonia Reggiana un centro velico all'avanguardia in Italia. Il sindaco: "Il progetto si lega in maniera strategica con quello del porto"

Riccione si prepara ad avere nella ex colonia Reggiana un centro velico all'avanguardia in Italia. Sul progetto la giunta ha avviato in questi giorni il confronto con le associazioni che si occupano di sport velici del territorio. Registrando anche "l'interessamento" della Fiv, la Federazione italiana vela, regionale e nazionale. La Reggiana diventerà "un gioiello sul mare", spiega l'assessore ai Lavori pubblici, Lea Ermeti, dopo l'incontro con l'associazione dei surfisti, al 151 Centro velico windsurf, Centro Velico Città di Riccione, Club Nautico e Lega Navale. Lo studio di fattibilità per la rigenerazione di "un immobile molto importante dal punto di vista architettonico" è pronto: per il Marano, "che ha già una forte vocazione ambientali, diventerà un punto di riferimento per gli sport nautici e acquatici".

L'obiettivo è creare "la prima grande oasi sportiva direttamente sulla spiaggia, dedicata agli sport nautici ed acquatici": vela, surf, kite surf, stand up paddle (Sup), Kayaking, sci d'acqua, diving, snorkeling, flyboard. La Fiv nazionale, aggiunge l'assessore, potrebbe farne "una delle principali sedi in Italia con un importante ricaduta sul settore turistico specializzato. Un prodotto turistico ad hoc- aggiunge- per chi desidera passare le vacanze a Riccione praticando o anche apprendendo gli sport di vela". La Reggiana è articolata su tre livelli con copertura piana. I padiglioni hanno ampie finestre orizzontali e balconi verso mare, che la rendono un immobile ideale per i soggiorni a stretto contatto con il mare. Il complesso Polifunzionale, nelle intenzioni della giunta comunale, avrà all'interno funzioni dedicate alle attività sportive prevalentemente nautiche e marine e relativi servizi connessi e di ristorazione, caffetteria, piccola ricettività ed attrezzatura compatibile con la balneazione. Particolare attenzione sarà rivolta all'abbattimento delle barriere architettoniche.

ex colonia reggiana - progetto centro velico - 2-2-2

Il progetto, tira le fila la sindaco Renata Tosi, "si lega in maniera logica e strategica con il progetto del porto", con il concetto di ancoraggi con gavitelli, le lagune esterne per le regate veliche e con una "riscoperta vocazione marinara della nostra città". La giunta porta avanti, prosegue, "una visione unitaria di città" da una parte lo sviluppo del porto con la capacità di ospitare nelle parti antistanti anche regate veliche, dall'altro una casa degli sport legati alla vela e al mare. D'altronde nella Perla Verde ci sono "tanti appassionati, tanti sportivi e la richiesta di luoghi destinati è alta". Intanto, il prossimo fine settimana si terrà il campionato italiano della categoria Catamarani Classe A. Un evento organizzato dal circolo 151 con la partecipazione anche di team stranieri: "Avere già in mano un progetto per realizzare un centro per queste bellissime attività- conclude Tosi- creerà indotto, attrattiva maggiorata per la città e soprattutto creerà una domanda turistica con capacità di spesa alta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riccione si prepara a diventare capitale della vela con oasi in spiaggia

RiminiToday è in caricamento