menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legami con la criminalità organizzata, arrestato un carabiniere

Avrebbe collaborato con la criminalità organizzata. Un carabiniere di 46 anni, che aveva prestato servizio prima a Rimini e poi a Riccione, è stato arrestato dai colleghi della Compagnia di Riccione alle prime luci dell'alba di martedì

Avrebbe collaborato con la criminalità organizzata. Un carabiniere di 46 anni, che aveva prestato servizio prima a Rimini e poi a Riccione, è stato arrestato dai colleghi della Compagnia di Riccione alle prime luci dell’alba di martedì con l’accusa di rapina e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il coinvolgimento del militare nell’ambiente della droga sarebbe emerso nell’operazione che ha portato all’arresto di Gianni Nisticò, ex titolare del Peter Pan.

I PRECEDENTI - Il 46enne, sospeso dal servizio per una condanna a due anni nell’ambito di un’inchiesta sul doping a Perugia, si trova in carcere a Perugia. Il suo nome era già finito nel mirino dei magistrati dopo aver messo in scena un finto posto di blocco nel 2004 ed un finto arresto per far scomparire la somma di 200mila euro ricevuti come scambio di un riciclaggio. La truffa era stata orchestrata da Giovanni Lentini, finito al centro delle cronache per la sparatoria nella galleria Viscardi in viale Ceccarini a Riccione.

LENTINI - Lo stesso era stato condannato a 27 anni di reclusione per il delitto di Gabriele Guerra a Pinarella e a 13 anni per associazione a delinquere di stampo mafioso. Nel mirino degli investigatori è finito anche Francesco Greco, 64enne di Taranto, coinvolto in un giro di usura. Lentini è stato raggiunto. Entrambi saranno interrogati giovedì prossimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento