Spiagge chiuse, il sindaco Tosi: "E' una follia, un danno d'immagine"

"Un per quel poco di estate che faticosamente ogni giorno stiamo cercando di ricostruire. I miei cittadini meritano rispetto"

La chiusura delle spiagge "è una follia, in controsenso, un danno di immagine", oltre che il segnale "che si considerano i riccionesi e i romagnoli come delle persone irresponsabili". E' l'allarme lanciato giovedì sera dal sindaco di Riccione, Renata Tosi, dopo l'ordinanza della Regione sulle spiagge. Chiudere le spiagge, "e' una follia che uccide il faticoso cammino intrapreso da tutta la Romagna per dare speranza ad un'economia che stava per rialzare la testa dopo un periodo terribile di incertezza sul futuro", attacca e "non sono d'accordo". Perche' "oggi non e' il momento delle strategie politiche per fregare l'alleato di turno al Governo" e perche' "ritengo i miei cittadini persone responsabili che in questo lungo periodo di lockdown hanno fatto il loro dovere e che oggi meritano rispetto". Insomma, per Tosi, permettere loro di passeggiare con il distanziamento sociale o con la mascherina, "nel parco, come in viale Ceccarini, in viale Dante o al mare e' per me la stessa cosa. Questo perche' ho dinanzi persone serie, non pecore da portare al pascolo". Questa manovra, incalza Tosi, "lo si capisce perfettamente, e' una prova di forza del Pd contro il premier Giuseppe Conte. Io a questo gioco non ci sto, perche' sono una donna di politica e di istituzione, conosco il limite che ne' l'una e ne' l'altra dovrebbero mai oltrepassare, il bene dei cittadini". Chiudere le spiagge, prosegue nel ragionamento, "e' un controsenso per la salute dei cittadini che se possono camminare nei parchi non si capisce perche' non possano farlo in riva al mare con aria pulita da sempre cura per le malattie polmonari".

Ed e' "un danno di immagine per quel poco di estate 2020 che faticosamente ogni giorno stiamo cercando di ricostruire". Ma anche "considerare i cittadini riccionesi, tutti i romagnoli e non solo, degli irresponsabili sciocchi e inconsapevoli del pericolo per la propria e altrui salute, pronti a sciamare in orde disordinate verso i lidi". Insomma, da sindaco di Riccione, citta' del G20 delle piu' frequentate spiagge d'Italia, "non posso che dirmi negativamente e profondamente contrariata da questa scelta che getta incertezza sul futuro, paura nei cittadini e rende la ripresa anche psicologica piu' lenta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(fonte Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento