Finito l'amore perseguita l'ex: arrestato prima dell'ennesima minaccia

Un 33enne di nazionalità albanese, domiciliato a Rimini, è stato arrestato dai Carabinieri di Riccione con le accuse di atti persecutori e violazione di domicilio ai danni di un'ucraina di 40 anni

Un 33enne di nazionalità albanese, domiciliato a Rimini, è stato arrestato dai Carabinieri di Riccione con le accuse di atti persecutori e violazione di domicilio ai danni di un'ucraina di 40 anni. Gli uomini dell'Arma, intervenuti in seguito ad una segnalazione al 112, hanno accertato che l'extracomunitario aveva avuto una relazione con la donna fino allo scorso gennaio. All'interruzione, ha cominciato a perseguitare l'ex, con continue molestie e minacce.

Tali sono culminate con l'effrazione della porta d’ingresso dell’abitazione della vittima, proprio mentre la stessa si trovava negli uffici dei Carabinieri di Riccione per riferire in ordine alle ulteriori minacce ricevute. I militari, giunti tempestivamente presso l’abitazione della 40enne ucraina, hanno sorpreso all’interno il giovane albanese, sequestrando anche due coltelli con cui non si esclude che quest’ultimo potesse intimidire l’ex convivente. L'individuo è ora in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento