Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Riccione

Struttura non a norma: Comune chiude hotel, ospiti costretti a sgomberare

Il provvedimento emesso dall'amministrazione di Riccione è arrivato nei confronti di una struttura ricettiva di viale D'Annunzio

Divieto di prosecuzione dell'attività con revoca di esercizio per un Hotel di viale D'Annunzio, notificato oggi dall'Ufficio Suap del Comune di Riccione al titolare della struttura, 42 camere e 57 posti letto, che entro il 13 agosto dovrà essere sgomberata. "Non sussistevano più i requisiti minimi per svolgere l'attività in sicurezza - spiega l'assessore alle Attività Produttive e alla Sicurezza, Elena Raffaelli -. È doveroso da parte dell'amministrazione intervenire in certe circostanze con la revoca della licenza. Oggi i carabinieri di Riccione, ai quali vanno i ringraziamenti di tutta la giunta del Comune e del sindaco Renata Tosi, hanno dovuto provvedere a sanzionare e chiudere un albergo. Anche l'amministrazione ha dovuto prendere un simile provvedimento nei confronti di un altro hotel in viale D'Annunzio. E' chiaro che Riccione non è disposto ad abbassare la guardia e non smetterà mai di difendere gli operatori che lavorano con serietà seguendo le regole da quelli che invece non lo fanno. Il comune di Riccione ha messo in campo, già fin dalla primavera tutto ciò che poteva fare per garantire la massima qualità e la massima serietà ai nostri operatori. L'ordinanza che abbiamo fortemente voluto sul divieto della vendita di alcol da asporto è un esempio pratico. I provvedimenti dell'amministrazione sono stati e lo saranno anche quelli prossimi tesi a difendere l'economia sana per la nostra comunità, le nostre attività e il nostro turismo"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Struttura non a norma: Comune chiude hotel, ospiti costretti a sgomberare

RiminiToday è in caricamento