Riccione, nuove misure contro la povertà: partita la raccolta di domande per ottenere sussidi

Il progetto di Sostegno per la inclusione attiva (Sia) viene predisposto dai Servizi Sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole e gli enti no profit per aiutare le famiglie a superare le condizioni di disagio economico

E’ partita l’acquisizione delle domande negli uffici Servizi alla Persona del Comune di Riccione per l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni particolarmente disagiate attraverso un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa. Il progetto di Sostegno per la inclusione attiva (Sia) viene predisposto dai Servizi Sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole e gli enti no profit per aiutare le famiglie a superare le condizioni di disagio economico.

Si tratta di una nuova misura nazionale di contrasto alla povertà volta a creare un percorso di inserimento personalizzato attraverso il possesso di alcuni requisiti necessari quali la presenza di un componente di età minore di anni 18, oppure di una persona disabile, o la presenza di una donna in stato di gravidanza accertata. Previsti anche i requisiti economici Isee del nucleo familiare. L’ammontare dei benefici dipende dal numero dei componenti familiari e consistono in 80,00 euro mensili per ogni membro della famiglia fino ad un massimo di 400,00 euro per famiglie con 5 o più componenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da una parte il sostegno per la inclusione attiva prevede quindi un beneficio economico, dall’altra l’attivazione di un percorso personalizzato dal punto di vista socio-lavorativo per migliorare sensibilmente con la ricerca attiva di un’occupazione, l’adesione a progetti di formazione, l’impegno scolastico e la tutela della salute, i nuclei familiari i difficoltà. Infine è previsto l’utilizzo di una carta elettronica di pagamento utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità. Non ci sono scadenze, a differenze, dei tradizionali bandi, per la presentazione delle domande. Per quanto riguarda il Distretto di Riccione i cittadini potranno rivolgersi allo sportello sociale di riferimento con i seguenti orari: Sportello sociale di Riccione sede Servizi alla Persona (via Flaminia 41 tel. 0541 428908), orari di apertura Lunedì - Martedì - Mercoledì – Venerdì 10:00 - 14:00, Giovedì 10:00 - 17:00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento