menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione Teatro si rinnova: Daniele Gualdi nuovo presidente

A dare nuovo impulso all’associazione culturale che organizza lo storico Premio Riccione per il Teatro, il Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli” e il Riccione TTV Festival, è innanzi tutto una nuova forma statutaria

Riccione Teatro si rinnova e nomina un nuovo Consiglio d’Amministrazione e un nuovo presidente. A dare nuovo impulso all’associazione culturale che organizza lo storico Premio Riccione per il Teatro, il Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli” e il Riccione TTV Festival, è innanzi tutto una nuova forma statutaria. L’ente fondatore dell’associazione, il Comune di Riccione, viene infatti affiancato da un nuovo socio, ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione: un’unione di esperienze strategica per un’associazione come Riccione Teatro, che da sempre rivolge la sua attenzione alla drammaturgia e alla ricerca teatrale.

A questo importante rinnovamento, si affianca il cambiamento del Cda di Riccione Teatro. In rappresentanza del Comune di Riccione, giovedì sono stati nominati nel Cda Marco Marozzi e Rodolfo Francesconi. Giornalista professionista, Marozzi scrive per il «Corriere della Sera» e «Il Secolo XIX», e ha al suo attivo due lunghe collaborazioni con «la Repubblica», quotidiano di cui è stato inviato in Italia e in Europa, e con «il Resto del Carlino», dove ha lavorato come capo redattore centrale. Francesconi – già borsista dell’Accademia del Lincei e assistente del Nobel per la chimica Giulio Natta – è invece storico, saggista e presidente dell’Istituzione Riccione per la Cultura.

A rappresentare ERT nel Cda di Riccione Teatro, saranno invece Cristina Ventrucci e Claudio Cumani. Critico teatrale e curatrice, Cristina Ventrucci ha collaborato con testate come «Lo Straniero», «Hystrio», «Sipario», aggiudicandosi nel 1999 il premio dell’Associazione nazionale critici. Dal 1996 al 2008 ha affiancato Franco Quadri alla casa editrice Ubulibri, dove ha diretto lo storico Patalogo e ha seguito come editor volumi di Socìetas Raffaello Sanzio, Fanny & Alexander, Motus, Teatro delle Albe. Tra il 2009 e il 2011 ha fatto parte del coordinamento critico-organizzativo del Festival di Santarcangelo e attualmente è curatrice dei Premi Ubu.

Claudio Cumani, firma abituale del gruppo «QN», svolge da oltre trent’anni l’attività di critico teatrale. Ideatore di progetti per la scena, tiene lezioni di giornalismo e critica dello spettacolo e sta attualmente curando un saggio su Dario Fo. Come presidente di Riccione Teatro i soci hanno nominato congiuntamente Daniele Gualdi, attuale presidente di ERT e membro del Consiglio di amministrazione di Ater, l’associazione teatrale dell'Emilia-Romagna che nella danza trova la sua attività più riconosciuta. Laureato in Economia e commercio, Gualdi è docente al corso di Simulazione d’impresa presso le facoltà di Economia di Forlì e Parma, ed è stato per due volte assessore alla cultura del Comune di Cesena (1992-1995, 2002-2011).

Promotore di festival ed eventi culturali, Gualdi in qualità di assessore ha contribuito allo sviluppo di ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione, si è caratterizzato per il rilancio del Centro Cinema Città di Cesena e per la valorizzazione e il recupero di importanti beni culturali come la Rocca e la Biblioteca Malatestiana di Cesena. Il Comune di Riccione ed ERT si riservano inoltre di nominare, nella prossima assemblea, altri due componenti del Consiglio d’amministrazione, prestando particolare attenzione al principio della parità di genere.

«Sono molto soddisfatto per il consolidamento di Riccione Teatro - dichiara il sindaco Massimo Pironi - È il risultato di un processo di rinnovamento davvero importante. Con l’ingresso di ERT la Regione Emilia-Romagna assume un ruolo attivo nell’associazione, e anche il Cda si rafforza: cinque figure di grande spessore e dal profilo adeguato alle sfide che attendono Riccione Teatro. Occorre proseguire il lavoro ben avviato dal vecchio Cda, che ringrazio pubblicamente, valorizzando il Premio Riccione per il Teatro, che non è solo il più antico premio alla drammaturgia in Italia: è una risorsa tra le più preziose del nostro territorio. Ci sono tutti i presupposti per rafforzare lo straordinario patrimonio di Riccione Teatro: gli archivi dal grandissimo valore storico, le produzioni, il Premio “Tondelli” che da quindici anni scopre i migliori talenti del teatro nazionale, e il TTV che da trent’anni fa conoscere Riccione come ribalta per la sperimentazione culturale.»

«Riccione fa un ulteriore salto di qualità nelle politiche culturali - prosegue Pironi -. Con il rinnovamento di Riccione Teatro, la città rivendica un ruolo di primo piano sul piano nazionale e, anche in campo istituzionale, ricerca strade nuove per interpretare il cambiamento epocale che stiamo vivendo. Il Comune dà nuovo slancio a un’importante istituzione culturale, senza ridurre il proprio impegno economico e il personale che fino ad oggi vi ha lavorato contribuendo al successo di Riccione Teatro. Questo grazie anche alla regione e all'assessore Mezzetti, che ha creduto alla nostra proposta e l'ha sostenuta.»

«Esprimo gratitudine - dichiara il presidente Daniele Gualdi - verso la città di Riccione e il sindaco Massimo Pironi in particolare per avere proposto la mia nomina a presidente dell'Associazione Riccione Teatro. Il prestigio di questa importante istituzione, la sua storia e il contributo che ha saputo dare nel tempo alla drammaturgia teatrale con il suo premio e i suoi preziosi archivi sono qualcosa di cui andare fieri. L’adesione di ERT esprime la volontà di contribuire con la propria esperienza a quanto di importante è stato fatto in questi anni da Riccione Teatro. Trovo straordinario che dall'Emilia Romagna possano svilupparsi idee e progetti in grado di incidere fortemente sulla realtà teatrale italiana. Ringrazio infine il presidente uscente Giorgio Galavotti per l’ottimo lavoro svolto nel corso della sua gestione.»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento