Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

La scazzottata si trasforma in rapina, due turisti aggrediti sulla spiaggia

Le vittime hanno raccontato di essere state prese di mira da un gruppo di stranieri, catturato dai carabinieri uno degli aggressori

Feroce parapiglia, nel pomeriggio di mercoledì, sulla spiaggia di Riccione dove due turisti sono stati aggrediti da quello che hanno definito "un gruppo di giovani di colore". L'allarme è arrivato alla caserma dei carabinieri intorno alle 17 quando, diverse persone, hanno segnalato una violenta lite sulla battigia davanti a piazzale Roma. Quando la pattuglia dell'Arma è arrivata sul posto ha trovato due turisti, un 42enne di Macerata e un 22 di Modena, malconci e sanguinanti. Le vittime hanno raccontato di essere state aggredite da tre giovani che, tra pugni e cinghiate, hanno poi rapinato il marchigiano portandogli via 40 euro custoditi nello zainetto. Dopo aver raccolto una descrizione dei malviventi, i carabinieri sono partiti alla loro ricerca individuandone uno poco lontano mentre si nascondeva dietro una vettura in sosta. Ad essere portato in caserma è stato un 21enne originario del Mali riconosciuto dalle vittime arrivate anche loro in via Sirtori per formalizzare la denuncia. L'arrestato, nelle cui tasche è stato trovato parte del bottino, ha negato ogni addebito sostenendo che lui e gli altri due avrebbero reagito a degli insulti lanciati dai turisti. Una versione giudicata poco credibile e, su disposizione del pubblico ministero, è stato trasferito in carcere in attesa della convalida. Dei due feriti, entrambi finiti al pronto soccorso, ad avere la peggio è stato il 42enne dimesso dal "Ceccarini" con una prognosi di 20 giorni. Se l'è invece cavata con 5 giorni il 22enne modenese. Sono in corso le ricerche da parte dei carabinieri per individuare gli altri due autori della rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scazzottata si trasforma in rapina, due turisti aggrediti sulla spiaggia

RiminiToday è in caricamento