Cronaca

Dalla bici rubata su internet alla scoperta di un market dello spaccio

L’uomo è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti, e deferito per ricettazione. Nei guai anche la sua fidanzata

È partito tutto dalla denuncia di un cittadino che ha visto la sua bici da corsa rubata, in vendita su un noto portale di e-commerce. Dopo aver concordato l’incontro per l’acquisto, la vittima si è presentata all’appuntamento con i militari della Stazione Carabinieri di Rimini destra del Porto in via rovetta. I militari, hanno recuperato la bici, una “Pinarello” del valore di 500 euro e l’hanno restituita al proprietario. Hanno proceduto poi successivamente alla perquisizione domiciliare nell’abitazione del ricettatore, un riminese di 25 anni, dove hanno rinvenuto ben 800 grammi di marijuana occultati in due barattoli di metallo nascosti sul terrazzo.

Oltre alla sostanza, i militari hanno trovato denaro contante per 2.600 euro in banconote di piccolo taglio ritenute provento dell’attività illecita, un bilancino di precisione e varie consolle videogioco “Nintendo”, ritenute di dubbia provenienza e sottoposte sequestro. L’uomo è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti, e deferito per ricettazione. Nei guai anche la sua fidanzata, classe 1997, identificata all’interno dell’abitazione anche se non convivente, e denunciata con le stesse accuse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla bici rubata su internet alla scoperta di un market dello spaccio

RiminiToday è in caricamento