rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca Riccione

Ricettazione e contraffazione di opere d'arte, per un 60enne riccionese scatta la confisca dei beni sequestrati

Secondo quanto emerso l'uomo, già al centro di diverse vicende giudiziarie in tutta Italia incentrate sulla ricettazione e la contraffazione di opere d’arte, avrebbe trafficato con le creazioni di famosi autori contemporanei

In estate era scattato un maxi sequestro, e ora arriva la confisca dei beni ai danni di un 60enne riccionese, già noto alle forze dell'ordine, e accusato di ricettazione e contraffazione di opere d'arte. L'indagine è stata eseguita dagli agenti della Sezione Misure di Prevenzione Patrimoniali della Divisione Anticrimine della Questura di Rimini in collaborazione con le Questure di Bergamo e Treviso. Sotto sigilli un ingente patrimonio ritenuto dagli inquirenti essere stato accumulato in maniera illecita dal riccionese. 

Secondo quanto emerso l'uomo, già al centro di diverse vicende giudiziarie in tutta Italia incentrate sulla ricettazione e la contraffazione di opere d’arte, avrebbe trafficato con le creazioni di famosi autori contemporanei quali ad esempio Renato Guttuso, Arnaldo Pomodoro e Filippo Calzolari. Ora arriva la confisca dei beni posti sotto sequestro.

Infatti, nei giorni scorsi, il Tribunale di Bologna, Sezione Misure di Prevenzione, ha emesso un decreto di confisca dei beni, confermando le risultanze delle indagini patrimoniali svolte dalla Questura di Rimini che, sviluppate per mesi, hanno permesso di ricostruire i flussi finanziari e bancari, accertando una sproporzione tra i redditi dichiarati e il patrimonio riconducibile all'uomo. Il Tribunale di Bologna, oltre al provvedimento di confisca dei beni che potrà essere comunque appellato dall'interessato, ha disposto nei confronti del 60enne l'applicazione della misura personale della Sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per tra anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricettazione e contraffazione di opere d'arte, per un 60enne riccionese scatta la confisca dei beni sequestrati

RiminiToday è in caricamento