Richiedente asilo condannato per violenza sessuale su cooperatrice

Il ragazzo aveva sviluppato un'attenzione morbosa nei confronti della donna tanto da causarle un continuo stato d'ansia

Dovrà scontare una condanna a 3 anni (5 quelli chiesti dal pubblico ministero) un richiedente asilo di 24 anni, originario della Guinea, ritenuto colpevole di violenza sessuale e stalking. La vittima è una cooperatrice che lavorava nel centro di accoglienza della Valmarecchia che ospitava lo straniero. Secondo quanto emerso, il ragazzo aveva sviluppato un'attenzione morbosa nei confronti della cooperatrice tanto che, in più occasioni, l'aveva avvicinata tentando degli approcci sempre più spinti fino ad arrivare a toccarle le parti intime. Nonostante i rifiuti della vittima, il 24enne aveva continuato il suo comportamento tanto da causare uno stato d'ansia e di paura nella ragazza fino a quando era arrivata la denuncia che imponeva al guineano di stare lontano almeno 500 metri dall'oggetto delle sue attenzioni morbose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento