Riconosce il figlio non suo per far rimanere in Italia un'amica brasiliana

Tre persone indagate per alterazione di stato, la madre del piccolo coinvolta in un'indagine per reati legati alla prostituzione

Una brasiliana 35enne è stata arrestata dai carabinieri, nella giornata di mercoledì, con l'accusa di alterazione di stato. Secondo quanto emerso, alcuni anni fa la donna era rimasta incinta di un ragazzo italiano il quale, tuttavia, non aveva mai voluto riconoscere il bambino. Per dare un padre al piccolo, la 35enne si era così rivolta a un'amica, anch'essa brasiliana, sposata con un italiano. La proposta della donna era stata semplice: il marito dell'amica avrebbe dovuto riconoscere il bambino come suo. In un primo momento la coppia si era rifiutata ma, una volta nato, l'uomo si era presentato come il padre del neonato riconoscendolo e dandogli il suo cognome. Per gli effetti della Legge, quindi, il piccolo ha ottenuto al cittadinanza italiana e, la madre, i benefici per il permesso di soggiorno in Italia.

Tutto sarebbe filato liscio ma, la 35enne, è finita in un'indagine sulla prostituzione durante la quale sono emerse le reali generalità del bambino. La donna, quindi, è stata arrestata nella giornata di mercoledì e, interrogata, ha fatto delle ammissioni su quanto scoperto dagli inquirenti. La brasiliana, e la coppia di amici, sono stati quindi indagati per alterazione di stato e, la pratica, è stata trasmessa al Tribunale dei Minori di Bologna e all'ufficio di Stato Civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento