Rifiuti abbandonati, scattano i controlli di Municipale e Guardie ecologiche volontarie

L'assessore all'Ambiente del Comune di Rimini, Anna Montini: "Potenziati i pattugliamenti e sanare quelle situazioni che possono creare contesti di degrado urbano"

“Nei giorni scorsi - spiega l'assessore all'Ambiente del Comune di Rimini, Anna Montini - mi sono arrivate diverse segnalazioni sul mancato rispetto delle regole per il conferimento dei rifiuti da parte degli operatori attivi sul lungomare di Rimini, una delle zone che più di altre è frequentata dai cittadini e turisti e che, come tale, dovrebbe essere tutelata e valorizzata. Io stessa ho potuto verificare in diversi sopralluoghi come, in effetti, le situazioni di irregolarità non manchino: cartoni e scatoloni accatastati a caso e senza essere piegati al fine di minimizzarne il volume, accumuli di rifiuti di diversa tipologia, e non adeguatamente differenziati, esposti per il ritiro in orari che non sono quelli indicati, e via dicendo. Inutile sottolineare che si tratta di un atteggiamento che l’Amministrazione non può tollerare, soprattutto a fronte di un servizio, come quello della raccolta porta a porta nella zona mare, che va nella direzione di favorire operatori e cittadini, ma che è efficace solo attraverso una collaborazione virtuosa. Per questo motivo abbiamo dato indicazione affinchè le Guardie ecologiche volontarie in collaborazione con la Polizia Municipale si attivino per potenziare i controlli e sanare quelle situazioni che possono creare contesti di degrado urbano o comunque di poco ordine e pulizia soprattutto su una parte di città importante e attrattiva come quella che si sviluppa sul lungomare. Ricordo inoltre che, recependo le indicazioni del regolamento regionale di Atersir, anche il Comune di Rimini ha inasprito le sanzioni amministrative per chi non conferisce correttamente i rifiuti, con sanzioni che, ad esempio, vanno da un minimo di 52 euro ad un massimo di 500 euro per l’esposizione di rifiuti urbani in orario non consentito o da 83 a 500 euro per l’abbandono di rifiuti su suolo pubblico. Rivolgo quindi un appello agli operatori e ai titolari delle attività sul lungomare affinché seguano fedelmente orari e modalità della raccolta domiciliare che sono stati a loro indicati, un gesto di rispetto nei confronti della città, della comunità e dei turisti”.

Si ricorda di seguito gli orari di raccolta rifiuti nella zona del lungomare in vigore fino al 20 settembre. Carta e cartone (che vanno ripiegati e possibilmente legati): ritiro due volte al giorno, tutti i giorni domenica inclusa, dalle 5 alle 7 e dalle 14 alle 15:30. Indifferenziato (in sacchi di plastica chiusi): ritiro una volta al giorno, tutti i giorni domenica inclusa, dalle 4 alle 10. I rifiuti vanno esposti nei pressi dell’attività entro l’inizio dell'orario per il ritiro indicato sopra o la sera antecedente, dopo la chiusura serale dell'attività, se il servizio di raccolta viene svolto all'alba.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento