Rifiuti, al via la raccolta "porta a porta" a Riccione Paese per tremila famiglie

Da mercoledì 3 giugno la graduale rimozione dei cassonetti stradali

Da lunedì 25 maggio parte la raccolta porta a porta integrale dei rifiuti nelle zone di Paese Vecchio-Fontanelle Monte statale. Le oltre 3.000 utenze della zona sono già state dotate di kit per la raccolta differenziata. Il sistema di raccolta domiciliare integrale è già attivo in tutto il resto del comune e prevede la raccolta a domicilio in giorni e orari prestabiliti di tutte le tipologie di rifiuti: rifiuto organico (scarto di cucina e di giardinaggio), carta/cartone, plastica/lattine, vetro e indifferenziato.

A partire da mercoledì 3 giugno sarà effettuata la rimozione dei contenitori stradali dei rifiuti che da lunedì verranno raccolti a domicilio: l’organico 3 volte la settimana in estate e 2 in inverno, il vetro una volta alla settimana in estate e una ogni quindici giorni in inverno, mentre tutte le altre tipologie una volta alla settimana. Il porta a porta, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale per migliorare ulteriormente le prestazioni ambientali e il rispetto dell’ambiente, permetterà di migliorare la percentuale di raccolta differenziata, avviando i rifiuti agli impianti di separazione, trattamento e recupero, dove verranno rilavorati per la realizzazione di nuovi prodotti. Per chi non abbia ritirato il kit è possibile ritirare il materiale presso l’Eco-Sportello del Comune di Riccione, in Viale Vittorio Emanuele II il mercoledì e il sabato dalle 9 alle 13 e il giovedì dalle 14 alle 16.30.

Come funziona il porta a porta integrale

Le modalità esatte del nuovo sistema di raccolta sono contenute nella guida-calendario già distribuita ‘porta a porta’ a tutte le utenze interessate, insieme al Rifiutologo e al materiale per agevolare la separazione dei rifiuti, dagli operatori incaricati da Hera, facilmente identificabili grazie al tesserino di riconoscimento.

Alle famiglie è stato consegnato un pratico kit, differente in base alla tipologia dell’edificio: per quelli fino a 4 appartamenti sono previste pattumiere domestiche da 40 litri per indifferenziato, carta, plastica/lattine e vetro e da 25 litri per l’organico, tutte dotate di chiusura antirandagismo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per gli edifici da 5 appartamenti in su, si devono utilizzare i contenitori condominiali da 120/360 litri per ogni tipo di rifiuto, da tenere all’interno degli spazi di proprietà.
La raccolta differenziata è un obbligo previsto dalla legge e dai regolamenti delle Autorità competenti. Il mancato rispetto potrebbe comportare sanzioni amministrative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi torna a Rimini, fan scatenati: pioggia di autografi e selfie

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • Vede la Polizia e si catapulta fuori dall'auto in corsa: raggiunto dopo un'estenuante fuga per i campi

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Addio a Luigi Battelli, il noto albergatore ucciso dal coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento