menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti fuori dai cassonetti: la task force 'becca' i colpevoli

Intervenute grazie alle segnalazioni dei cittadini hanno trovato una situazione di estremo degrado ma, grazie a controlli successivi, sono riuscite a individuare il trasgressore che ora sarà sanzionato per abbandono indiscriminato dei rifiuti

Intervenute grazie alle segnalazioni dei cittadini hanno trovato una situazione di estremo degrado ma, grazie a controlli successivi, sono riuscite a individuare il trasgressore che ora sarà sanzionato per abbandono indiscriminato dei rifiuti. Così le Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) sono intervenute nei giorni scorsi, su mandato Unità operativa Gestione Qualità Igiene Ambientale del Comune di Rimini, trovando rifiuti sparsi su tutto il marciapiede adiacente dell'isola ecologica posta tra via del Cigno e via Lince.

Rifiuti che avrebbero potuto essere portati al Centro Ambiente gratuitamente invece che andare a pregiudicare e a degradare, con un abbandono indiscriminato, una zona residenziale del nostro Comune. Le Gev hanno scattato fotografie, redatto rapporti ma anche, dal controllo dei sacchetti, individuato il nominativo del trasgressore. All’azione di controllo ha fatto seguito quello di Hera che ha provveduto immediatamente al ripristino del luogo.

Dal 24 maggio dello scorso anno, infatti, è in vigore l’ordinanza comunale sul corretto conferimento dei rifiuti che impone agli utenti del servizio di non collocare o abbandonare i rifiuti al di fuori degli appositi contenitori e di conferire i rifiuti con le modalità previste utilizzando correttamente gli appositi cassonetti per la raccolta differenziata. Con la stessa ordinanza il Comune ha disposto la possibilità di effettuare controlli sui sacchetti contenenti i rifiuti abbandonati esternamente ai cassonetti stradali.

Un'attività di controllo affidata tramite convenzione alle Gev, che operano in pattuglie di due persone e hanno utilizzato 142 volontari, ed effettuata in collaborazione con Polizia Municipale ed Hera. Da Luglio 2012 a Maggio 2013 sono state 1.116 isole ecologiche controllate dalle Guardie ecologiche volontarie, che hanno portato ad individuare e sanzionare 12 trasgressori. “Un impegno di cui siamo molto soddisfatti – ha commentato l’assessore alle Politiche ambientali Sara Visintin – che ha contribuito ha portatare miglioramenti in alcune zone e ci ha permesso di individuare ragioni relative ad alcune criticità per poter migliorare la situazione alla radice, come ad esempio la mancanza delle chiavette.

"Ci sono zone – ha proseguito l’assessore Visintin - dove la situazione rimane critica e le situazioni di "abbandono rifiuti" come quella evidenziata nelle foto rimangono purtroppo quotidiane. In questo caso poco centra il tipo di servizio di raccolta o le politiche anche sanzionatorie individuate, ma la civiltà ed il rispetto per il decoro urbano di aree che sono di tutti i residenti del nostro Comune. Accanto a quella di controllo, l’Amministrazione continuerà nel suo percorso di estensione del servizio porta a porta, nelle azioni di sensibilizzazione attraverso iniziative educative e con assemblee in diverse zone nonché con progetti ad hoc come quello che si sta definendo per la raccolta degli olii vegetali esausti.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento