Cronaca

Rifiuti pericolosi nelle discariche abusive, nei guai due aziende edili

Trovati dai carabinieri Forestali terre e rocce da scavo, rifiuti di bancali in legno dimessi, residui vegetali, bidoni in plastica e metallo in cattivo stato di conservazione con sostanze dannose per l'ambiente

Sono stati denunciati e pesantemente sanzionati i legali rappresentanti di due imprese edili che avevano trasformato dei terreni in discariche abusive. A scoprire l'illecito trattamento dei rifiuti speciali, si pericolosi che non, sono stati i carabinieri Forestali della Stazione di rimini che hanno messo sotto sigilli 1000 metri cubi di materiale vario. Tra questo spiccano terre e rocce da scavo, rifiuti di bancali in legno dimessi, numerosi residui vegetali, rifiuti consistenti in bidoni in plastica e metallo in cattivo stato di conservazione (alcuni di essi contenenti anche sostanze pericolose con rischio di dilavamento), infissi dimessi, residui e teli da imbianchino e pneumatici fuori uso. Gli accertamenti sono stati svolti in collaborazione con il personale di Arpae. Ulteriori controlli sono stati svolti anche sul trasporto su strada dei rifiuti dai quali sono emersi numerosi illeciti amministrativi, grazie ai quali si procedeva alla contestazione di sanzioni amministrative per un totale di oltre 5.000 euro. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti pericolosi nelle discariche abusive, nei guai due aziende edili
RiminiToday è in caricamento