rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Rigettata la richiesta di asilo politico si trasformano in spacciatori

Arrestati dagli agenti della polizia di Stato due giovani provenienti dal Gambia sorpresi a spacciare nella zona del porto di Rimini

Erano arrivati in Italia nel 2016, sbarcando in Sicilia, e avevano richiesto l'asilo politico che gli era stato poi negato. Nel frattempo i due giovani cittadini del Gambia si erano trasformati in spacciatori ma, la loro carriera, si è interrotta nella serata di sabato quando sono stati arrestati dalla polizia di Stato. Gli stranieri, un 23enne e un 21enne irregolari sul territorio nazionale, sono stati sorpresi dal personale della Questura di Rimini, impegnato in un controllo del territorio, nella zona del porto. In particolare gli agenti, col supporto dei cani antidrtoga Yago e Irvin, stavano pattugliando la battigia nei pressi del Bagno 5 notando i due pusher che, dopo aver scavato nella zona dei giochi per bambini, hanno estratto dalla sabbia degli involucri sospetti per poi avvicinare due giovani turisti svizzeri e offrire loro della marijuana.

E' scattato così il fermo di tutti e quattro e, mentre per gli elvetici è arrivata una segnalazione in Prefettura come assuntori, i due gambiani sono stati arrestati e portati in Questura. In loro possesso sono stati trovati, in totale, 90 grammi di marijuana già suddivisi in dosi e 140 euro ritenuti il provento di precedenti cessioni. Dagli accertamenti, inoltre, è emersa la loro storia e, per questo, nei prossimi giorni saranno avviate le pratiche di espulsione dall'Italia. Il processo, per la detenzione ai fini di spaccio, è stato fissato per lunedì mattina.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigettata la richiesta di asilo politico si trasformano in spacciatori

RiminiToday è in caricamento