rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Nuovo servizio delle Iene su Giulia Sarti, in una chat spuntano spese per misteriosi "video controlli"

Nuovi veleni della vicenda che vede protagonista la deputata riminese del M5S Giulia Sarti, coinvolta nello scandalo di Rimborsopoli

Nuovi veleni della vicenda che vede protagonista la deputata riminese del M5S Giulia Sarti, coinvolta nello scandalo di Rimborsopoli, il mancato versamento volontario di parte dello stipendio da parlamentare nel “fondo per il microcredito”, che raccoglie le “restituzioni” di tutti i parlamentari grillini e le destina al sostegno delle piccole imprese. Si tutta questa vicenda è intervenuto anche il capo politico del M5S Luigi Di Maio che si è augurato l'espulsione della Sarti, che finora si è autosospesa dal movimento e dimessa dal ruolo di presidente della commissione Giustizia della Camera.

In un nuovo servizio delle Iene, andato in onda domenica sera, Giulia Sarti scoppia in lacrime al telefono con l'inviato Filippo Roma, mentre l'ex compagno Andrea Bogdan Tibusche, l'altro protagonista della vicenda, fa balenare di sapere dove sono stati spesi i circa 23mila euro che sarebbero dovuti essere versati al fondo. Negli atti dell'indagine emergono già delle spese, come per esempio 7mila euro dati al padre per contribuire all'acquisto di un auto.

Le chat della Sarti che "inguaiano" Casalino"

Ma le Iene tirano fuori una nuova chat tra  Tibusche e Sarti, quando già tra i due i rapporti diventano burrascosi e la deputata pentastellata va a denunciare l'uomo. In questi messaggi  l'ormai ex compagno avrebbe chiesto, secondo quanto mettono in onda le Iene, con tono provocatorio (prima chiede anche un incontro a tre con l'avvocato) “Hai conteggiato i 4.000 euro che abbiamo speso per i video controlli di Dedo e Luca?”. Lei risponde alla domanda “Non c'entrano nulla le stronzate che vedi sui siti”. Difficile dare un'interpretazione alla frase, Filippo Roma delle Iene chiede cosa sono questi "video controlli", se sono leciti, augurandosi un approfondimento da parte della Procura, che già in questa vicenda di veleni ha chiesto l'archiviazione per l'accusa di appropriazione indebita mossa da Sarti a Tibusche lo scorso anno, prima della sua rielezione, ipotizzando che si sia appropriato di 34mila euro dal suo conto, del quale aveva la gestione. 

Nel servizio Sarti conferma inoltre la versione del capo della comunicazione del Movimento 5 Stelle Rocco Casalino secondo cui non avrebbe avuto pressioni da Casalino stesso e da Ilaria Loquenzi per denunciare Tibusche "per salvarsi la faccia". La denuncia per appropriazione indebita per i bonifici annullati e gli storni di denaro dal conto della Sarti è finita, come è noto, in una richiesta di archiviazione. Sarti ha avuto poi la voce rotta dal pianto quando ha ricordato che l'ex compagno l'aveva mossa a pietà annunciandole di avere un tumore al cervello e pochi mesi di vita.

In questa vicenda non manca lite social tra Rocco Casalino e Andrea Bogdan Tibusche, ex fidanzato di Giulia Sarti. Su Facebook Tibusche ha puntato il dito contro il portavoce del presidente del Consiglio: "Ho letto sui giornali che Casalino fa lo gnorri e scarica la Sarti. Sapete qual è il bello? Il messaggio con il quale mi si informava che  sarebbero stati lui e Ilaria a spingere la querela, Casalino lo ha avuto (screeshots), da me, il 15 febbraio del 2018. Ho sempre lo stesso vizio: salvo e registro tutto. Non sapeva nulla fino ad oggi? Lo sapeva eccome", ha attaccato Casalino l'ex compagno della Sarti, per il quale è arrivata la richiesta di archiviazione nell'ambito del processo che lo vede coinvolto con l'accusa di appropriazione indebita ai danni della deputata.

La procura di Rimini non ha ascoltato Rocco Casalino e Ilaria Loquenzi nell'ambito del'inchiesta relativa a Andrea Tibusche Bogdan, l'ex fidanzato della parlamentare grillina Giulia Sarti indagato per appropriazione indebita proprio a seguito della denuncia della deputata, perché la loro testimonianza sarebbe stata "irrilevante" ai fini dell'indagine. E' quanto si apprende da fonti vicine agli inquirenti, secondo cui l'audizione di Casalino e Loquenzi non è prevista nemmeno in futuro.

Di Maio chiede l'espulsione della parlamentare riminese

Sempre su Facebook Andrea Bogdan Tibusche ne ha anche per il capo politico del M5S Luigi Di Maio, il quale oggi ha annunciato l'espulsione di Sarti dal Movimento 5 Stelle a seguito degli sviluppi della vicenda rimborsopoli. "Caro Luigi Di Maio se proprio muori dalla voglia di espellere qualcuno per 'salvare la ditta' espelli 'Rocco e Ilaria'. Non vorrei un giorno dovessi rimangiarti le tue parole/azioni quando si scoprirà la verità. 'Uomo avvisato mezzo salvato'".

Giulia Sarti travolta dallo scandalo rimborsopoli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo servizio delle Iene su Giulia Sarti, in una chat spuntano spese per misteriosi "video controlli"

RiminiToday è in caricamento