menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La città riparte tra chiacchiere al bar e primi acquisti nei negozi

La titolare di Agrodolce: "Moltissimi clienti sono venuti a trovarmi, i segnali mi sembrano positivi"

Rimini accende i motori e i negozianti sono quasi tutti dietro ai loro banconi. La città si rianima: in tanti tra le vie del centro, ma non tutti rispettano le regole
Bar, parrucchieri, ristoranti, negozi d'abbiglimento e molti altri locali sono infatti tornati ad aprire le porte al pubblico dopo la lunga pausa forzata dal Coronavirus, incontrando il favore di tanti clienti riminesi. 

Parrucc“ Parrucchieri e barbieri sperimentano le misure anticovid

In centro storico c'è ancora qualche bar chiuso, ma la maggior parte ha riacceso le luci o sta ultimando i preparativi, come il caffè Cavour. Senza ombra di dubbio l'atmosfera è completamente diversa rispetto ad alcuni giorni fa. Al caffè Primo Bacio una cliente si accomoda all'interno fra i tavolini distanziati e un un gruppetto di quattro amici si divide fra due tavolini esterni per brindare al nuovo inizio con un aperitivo. Quasi enssuno chiede più il caffè d'asporto e trova il tempo per una colazione in tranquillità. Anche da Spazi in piazza Cavour alcuni clienti sono seduti nel dehors e altri tornano a gustare il caffè nella tazzina di ceramica.

Ad aprire le porte anche i negozi di abbigliamento e c'è chi ha già iniziato con le vendite promozionali. "I clienti non si limitano a guardare solo la vetrina - racconta una negoziante - non nascondo di notare un certo timore, male persone entrano, chiedono e iniziano a comprare. C'è chi si informa sulle misure anticovid che adottiamo e rassicuriamo sempre sull'igiene e sulla sanificazione dei capi. Non c'è la folla alla porta, ma è un inizio. Dobbiamo tornare ad avere fiducia e riacquistare serenità. C'è anche chi è passato solo per fare un saluto e fare gli auguri, anche persone che non conoscevo, un messaggio positivo che mi ha fatto molto piacere".

Soddisfatta della prima mattinata di lavoro è anche Concetta Ferrario, maestra calligrafa e titolare della boutique Agrodolce, con vetrine su via Sigismondo e sul rinato teatro Galli. "Tutte le mie clienti sono venute a salutarmi - racconta - devo dire che quasi nessuno ha provato gli abiti e chi lo ha fatto li ha comprati, ho venduto soprattutto accessori". Per le misure anticontagio anche nei negozi d'abbiglimento l'attenzione è massima, "si entra uno alla volta - spiega Concetta - abbiamo il gel igienizzante e ho il vaporizzatore a cento gradi. Se una persona prova un capo e non lo acquista lo isoliamo e lo igienizziamo con il vapore. Inoltre, ho anche uno spray igienizzante specifico e poi diamo la possibilità di prenotare gli appuntamenti". Un servizio in più per il cliente: "si può venire in un orario prestabilito in cui tengo il negozio chiuso e seguo esclusivamente questo cliente. In questo modo la persona può sentirsi più tranquilla e a suo agio nella scelta ed eventuale acquisto. E' un servizio in più e mi sembra che stia risucotendo un buon risultato. E poi vedremo man mano che passeranno i giorni, è una situazione nuova per tutti".


 

Potrebbe interessarti: https://www.ravennatoday.it/cronaca/riaperture-18-maggio-bar-negozi-ristoranti-reazioni-centro-storico.html

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Miti e leggende, i fantasmi del riminese

Giardino

Bonus Verde 2021: nuovo look al giardino spendendo poco

Attualità

Verucchio, inaugurata dal sindaco una nuova pizzeria d'asporto

social

Cassoni riminesi, la ricetta per farli in casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

  • Alimentazione

    Dimagrire con la dieta del riso rosso

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento