rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca

Guerra ai negozi che degradano la città: i divieti della polizia municipale

Bazar nel mirino: dalla campagna informativa su come esporre le merci ai controlli serrati

Il 15 maggio inizia il controllo anti abusivismo in spiaggia da parte della Polizia Municipale, che mette in atto nuove strategie per contrastare il fenomeno. In parallelo inizia anche l’attività per il controllo e il rispetto del nuovo regolamento comunale con lo scopo di  valorizzare l’offerta commerciale sul territorio del comune di Rimini. Un’attività che proseguirà per tutta l’estate a contrasto di tutti i comportamenti che, specie nelle modalità di esposizione della merce all’esterno degli esercizi commerciali del Centro storico e dei viali della Marina, sono stati capaci di provocare degrado dei viali deputati al commercio e a fungere da attrattore per il nostro turismo.

Lotta all'abusivismo: polizia in spiaggia a bordo dei quad

Tutti i divieti

Nei prossimi giorni inizia la campagna informativa promossa dalla Polizia municipale che ricorderà ai commercianti le elementari regole e comportamenti da tenere nell’esposizione della merce disposte dal regolamento. I materiali informativi saranno distribuiti negozio per negozio: sarà ricordato il divieto dell'esposizione della merce mediante affissione o sospensione su elementi architettonici e serramenti mobili; oppure come non sia ammessa la collocazione di contenitori non destinati all'esposizione delle merci al pubblico a ridosso delle vetrine, che devono essere utilizzate esclusivamente per l'esposizione delle merci; o la necessità di rispettare le nuove disposizioni che regolamentano sia lo spazio di pertinenza dell’attività che le modalità di esposizione delle merci. Dopo la comunicazione sarà la volta dei controlli, che proseguiranno tutta l’estate. In particolare furono 554 le verifiche portate a termine dalla Polizia Municipale per il rispetto del regolamento comunale dall'avvio della specifica campagna di controlli, durante l'estate 2017 e lungo tutta l'estate 2018, che portarono a registrare 148 violazioni, con i vigili che in particolare hanno contestato una scorretta esposizione della merce in vendita e la tendenza ad occupare con manichini ed espositori una porzione di spazio eccessiva e superiore a quanto previsto dal regolamento, andando a invadere la fascia libera di rispetto per il passaggio dei pedoni. “Attività di controllo e contrasto quelle che a giorni partiranno – è il commento dell’assessore alle Attività economiche e sicurezza Jamil Sadegholvaad – che sono non solo importanti dal punto di vista del rispetto delle regole ma direi fondamentali per il nostro turismo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra ai negozi che degradano la città: i divieti della polizia municipale

RiminiToday è in caricamento