menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusò sessualmente di un giovane disabile, condannato l'anziano orco

Si è concluso dopo 4 anni il calvario giudiziario di un ragazzo dell'entroterra riccionese violentato da un romeno nell'estate del 2010, il maniaco è però sparito dalla circolazione rendendosi irreperibile

E' stato condannato a 6 anni di reclusione, 7 quelli chiesti dal pubblico ministero, un romeno 64enne accusato di aver abusato sessualmente di un ragazzo affetto da un grave ritardo mentale nell'estate del 2010. All'epoca, quando la vittima aveva 22 anni e il suo aguzzino 60, secondo quanto ricostruito in aula l'uomo aveva avvicinato il giovane nella piazza del paese per poi appartarsi con lui e violentarlo. In un primo momento, il 22enne non era stato in grado di capire cosa gli era stato fatto ma ne aveva parlato con gli amici e, alcune sere dopo nei pressi di un bar, la vittima aveva rivisto il suo violentatore e gli amici del ragazzo avevano chiamato i carabinieri. Il romeno era stato quindi convocato una prima volta in caserma, per essere identificato, e successivamente i militari dell'Arma gli avevano prelevato un campione di saliva per estrapolarne il Dna e confrontalo con delle tracce di liquido seminale ritrovate sui pantaloni indossati dal 22enne il giorno della violenza. I Ris di Parma, dopo aver esaminato i due reperti, avevano accertato che i due Dna coincidevano ma, nel frattempo, il 64enne che lavorava come bracciante agricolo era sparito dalla circolazione facendo perdere le proprie tracce rendendosi, anche durante il processo, irreperibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento