L'accoltellatore di Marina Centro in ospedale con 6 costole fratturate

Convalidato l'arresto del 42enne calabrese autore del folle gesto che dovrà rispondere di tentato omicidio e lesioni aggravate

Si è svolto nella mattinata di venerdì, presso l'ospedale di Rimini dove è ricoverato, l'interrogatorio di garanzia per Ivan Russo, il 42enne calabrese autore del folle accoltellamento di Marina Centro avvenuto lo scorso 3 maggio. L'uomo, che ha nominato come avvocati di fiducia Enrico Graziosi del foro di Rimini e Francesco Sabatino del foro di Vibo Valentia, si è avvalso della facoltà di non rispondere in quanto particolarmente dolorante a cause della frattura di 6 costole rimediata negli attimi concitati quando è stato bloccato dopo l'aggressione. Il 42enne, incensurato e dipendente di un'aziende alimentare, è stato accusato di tentato omicidio e lesioni aggravate dopo aver accoltellato padre e figlio titolari del bar pizzeria Anyway di viale Vespucci. Ad avere la peggio era stato il genitore del titolare, raggiunto da una coltellata all'addome, che era poi stato soccorso dal personale del 118 e sottoposto a un delicato intervento chirurgico per suturare la ferita. Lesioni meno gravi per il secondo accoltellato, al quale sono stati applicati 20 punti di sutura al braccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento