Ex Delfinario, siglato l'accordo per il progetto tra Club Nautico e Fondazione Cetacea

Sauro Pari: "Vogliamo portare in quest'area il Centro di recupero delle tartarughe marine e il 1° maggio ci sarà il rilascio del primo esemplare in questa zona"

Il Club Nautico Rimini e la Fondazione Cetacea hanno sottoscritto mercoledì 17 aprile il protocollo di "Gentlemen Agreement", ovvero un'intesa comune, il cui obiettivo principale sarà quello di partecipare all'assegnazione dell'area demaniale del Delfinario di Rimini. "Il nostro obiettivo è partecipare al bando comunale per ottenere la gestione dell'area "Delfinario" - spiegano le due associazioni - E' un momento storico e imperdibile, in cui si è ulteriormente consolidato il loro rapporto istituzionale dopo anni di reciproche soddisfazioni".

Il Comune vuole riaprire la struttura e lavora su un bando

"Questo significa poter sviluppare progetti di natura etica e di grande valenza per la comunità Riminese come la salvaguardia dell'ambiente e degli animali marini, l'educazione al corretto comportamento in mare e il rispetto delle sue risorse", precisa Gianfranco Santolini, presidente del Club che continua "Inoltre, il progetto che abbiamo in mente, promuoverà la cultura marinaresca e avvierà giovani e "non" agli sport nautici." "Finalmente siamo arrivati ad un momento storico per la Fondazione Cetacea. Sulla nostra strada, tre anni fa, abbiamo incontrato il CNR. Questo incontro è stato da subito molto importante per cementare il rapporto con la città di Rimini", prosegue Sauro Pari, Presidente della Fondazione Cetacea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il nostro obiettivo è di portare in quest'area il Centro di Recupero Cura e Riabilitazione Tartarughe Marine di riferimento per Emilia Romagna e Marche (n.d.r. ora sito a Riccione) e il polo di tutte le attività istituzionali di Fondazione Cetacea, mentre il CNR vuole ricavare la base nautica per i giovani della scuola a vela, motonautica e pesca sportiva. La volontà è di unire ancor più le due associazioni per creare un polo di attrazione naturalistico che abbracci il mare a 360°. L'obiettivo è ambizioso, ma insieme riusciremo a fare grandi cose. Il nostro sogno è che Rimini riprenda la sua attività marinaresca. Ci stiamo già attivando, per cui il 1 maggio ci sarà il rilascio della prima tartaruga in mare proprio nella zona dell'ex delfinario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento