Cronaca Viserba / Via Eugenio Curiel

Aggredisce la moglie con un martello "ti faccio finire in un bagno di sangue"

Padre di famiglia violento arrestato dagli agenti della polizia di Stato nella prima serata di martedì

L'allarme è scattato nella prima serata di martedì quando, verso le 20.30 al centralino della Questura, sono arrivate una serie di telefonate che segnalavano un'accesa lite in famiglia in un appartamento di via Curiel a Rimini. Sul posto si è precipitata una pattuglia delle Volanti e, davanti agli agenti, sono accorse due donne per chiedere aiuto. Madre e figlia, indatti, erano scese in strada dopo che, il marito della prima, aveva innescato in feroce litigio arrivando a perquotere la donna e, armato di martello, la minacciva di farle finire la serata "in un bagno di sangue" il tutto davanti ai figli che lo imploravano di smetterla.

Secondo quanto emerso, il 60enne di origini albanesi non era nuovo a simili comportamenti violenti ma, nonostante la presenza degli agenti, ha continuato ad imprecare contro i famigliari minacciandoli di ripercussioni se avessero parlato con la polizia. Visto il suo comportamento violento, l'uomo è stato tratto in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia e condotto presso il carcere dei "Casetti" a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce la moglie con un martello "ti faccio finire in un bagno di sangue"

RiminiToday è in caricamento