Alcolizzato e con problemi psichiatrici, terzo arresto in tre giorni

L'uomo, in preda ai fumi dell'alcol, si era messo a camminare sulle auto parcheggiate a Marina Centro

E' quasi un record quello messo a segno da un cittadino italiano, ma originario dell'Iran, che in tre giorni è riuscito a farsi arrestare in altrettante occasioni dalla polizia di Stato. L'uomo, un 48enne, ha dei seri problemi di natura psichiatrica e legati all'alcolismo ma, nonostante questo, nelle occasioni precedenti era stato sempre rilasciato dopo i processi per direttissima. Secondo quanto emerso, era diventati cittadino italiano in seguito al matrimonio e, per diverso tempo, aveva abitato a Cattolica. Una decina di anni fa, tuttavia, il suo matrimonio era finito e, da quel momento, il 48enne aveva iniziato a girare il mondo stabilendosi principalmente in Cambogia e Thailandia. Ultimamente, però, il suo passaporto si era riempito di Visti e, non avendo più pagine a disposizione, era tornato in Romagna per richiedere il rinnovo del documento alla Questura di Rimini.

Col dilungarsi delle pratiche per il rilascio, nei giorni scorsi l'uomo ha iniziato a bere in maniera spropositata tanto che, domenica mattina in preda ai fumi dell'alcol, era entrato nella chiesa dei Servi in centro a Rimini iniziando a urlare bestemmie e ad agitarsi tanto da dover richiedere il primo intervento della polizia di Stato. Gli agenti lo avevano quindi portato in Questura per poi rilasciarlo ma, il lunedì sempre sotto l'effetto degli alcolici, aveva iniziato a prendere a calci alcune vetture che, a suo dire, erano parcheggiate male. L'ennesimo arresto, nella mattinata di martedì, lo aveva visto comparire davanti al giudice per essere processato per direttissima e condannato a 4 mesi con la sospensione della pena.

Appena uscito dal Tribunale, però, ha ricominciato a bere tanto che, lo stesso pomeriggio, la polizia di Stato si è vista arrivare una chiamata al 113 per la presenza di un uomo ubriaco che se la prendeva sempre con le auto in sosta. In questa occasione, il 48enne aveva preso di mira i veicoli parcheggiati in viale Vespucci nei pressi del ristorante "Rosso Pomodoro". Sempre sostenendo che i mezzi erano stati parcheggiati male, era arrivato a salire su tettucci ed è stata necessaria la forza per bloccarlo e portarlo in Questura. Una volta nella camera di sicurezza, l'uomo ha dato in escandescenza, aggredendo gli agenti, tanto da rendere indispendabile l'arrivo dell'ambulanza del 118 per riportarlo alla calma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riprocessato per direttissima mercoledì mattina, questa volta il giudice ha convaldiato l'arresto e disposto la custodia cautelare in carcere per le accuse di danneggiamento, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Nell'occasione, l'avvocato d'ufficio ha chiesto per il 48enne una perizia psichiatrica, disposta per lunedì prossimo, al fine di accertare se sia capace o meno di intendere e volere e, quindi, essere trasferito in una struttura apposita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Studentessa si accascia sull'autobus, ricoverata in condizioni critiche

  • Riccione piange don Giorgio, il sacerdote si è spento per il Coronavirus

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento