Alla supplente viene revocato in anticipo il contratto, ma la spunta in tribunale: atto illegittimo

Il sindacato al fianco della docente: "Arriva una buona notizia sul fronte del riconoscimento dei diritti dei supplenti e dei precari in genere"

La Cgil interviene commentando la "vittoria" di un'insegnante precaria. "Dal Tribunale di Rimini arriva una buona notizia sul fronte del riconoscimento dei diritti dei supplenti e dei precari in genere. La professoressa F., assistita dallo studio legale Cedrini Zamagni, convenzionato con la CGIL di Rimini, ha ottenuto l'accoglimento del ricorso dal Giudice del Lavoro dottor Ardigò.
Il Ministero della Pubblica Istruzione e gli Uffici Scolastici regionale e provinciale erano stati chiamati in giudizio per accertare la legittimità o meno della revoca anticipata del contratto di lavoro, stipulato per la supplenza in un istituto tecnico riminese.
L'insegnante era stata assunta a tempo determinato l'11 ottobre 2017 e doveva restare in servizio fino al 30 giugno del 2018. Ma, rientrato in anticipo il titolare della cattedra, il contratto le è stato revocato il 21 dicembre 2017.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dichiarata illegittima dal Giudice la revoca, le predette Pubbliche Amministrazioni sono state condannate al pagamento delle retribuzioni e del TFR che sarebbero maturate fino alla naturale scadenza del contratto . In altre parole, la sentenza afferma due principi fondamentali a favore dei docenti precari: In generale, la PA, non può mai, in via unilaterale, recedere da un contratto stipulato con un dipendente pubblico che prevede una certa scadenza o ritenerlo non vincolante. Nello specifico, la PA non può revocare la supplenza al docente assunto a tempo determinato, nemmeno in caso di rientro anticipato del titolare e il supplente ha dunque diritto di lavorare e quindi di essere retribuito fino al termine pattuito;  Dunque una sentenza che riconosce la certezza del contratto anche per i precari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partorisce in spiaggia, "Non sapevo di essere incinta". Il piccolo in terapia intensiva

  • Assembramenti fuori controllo, scatta la chiusura della Villa delle Rose

  • Schianto auto-moto all'uscita del sottopassaggio, gravissimo il centauro

  • Vacanze per famiglie, un hotel di Riccione in vetta alla classifica italiana e quarto nel mondo

  • Catena di negozi apre un nuovo punto vendita in Romagna e cerca personale: come candidarsi

  • Schianto sull'Adriatica, auto contro due Harley: ci sono feriti, grave una donna - FOTO

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento