menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratta dal web

Foto tratta dal web

Un anno di notizie: dal terribile nubifragio al fallimento di Aeradria

Ecco i fatti che hanno visto, nel bene e nel male, Rimini come protagonista e che hanno colpito l'attenzione dei nostri lettori. Il maltempo che in ben due occasioni, a giugno e a novembre, ha messo in ginocchio la Provincia. Dal fallimento di Aeradria, che ha penalizzato l'aeroporto riminese, alla Notte Rosa e alla Molo Street Parade che hanno riempito la Riviera di turisti

Sono, anche per il 2013, tantissimi i fatti che hanno visto, nel bene e nel male, Rimini come protagonista e che hanno colpito l'attenzione dei nostri lettori. Dal maltempo che in ben due occasioni, a giugno e a novembre, ha messo in ginocchio la Provincia. Dal fallimento di Aeradria, che ha penalizzato l’aeroporto riminese, alla Notte Rosa e alla Molo Street Parade che hanno riempito la Riviera di turisti. Dall’arrivo a Rimini della salma di Lucio Battisti alle celebrazioni per il ventennale della morte di Federico Fellini. Ecco un riassunto, dove cerchiamo di ricordare le principali notizie dell'anno che sta per finire.

MALTEMPO - Protagonista indiscusso dell'anno che si sta concludendo è stato il maltempo che ha visto il riminese colpito più volte dalla furia degli elementi. Dopo l'ennesimo inverno caratterizzato dal nevone, che ai primi di febbraio ha visto trasformare il paesaggio delle costa e dell'entroterra provocando allo stesso tempo non pochi disagi e danni, l'estate non è certo stata meglio con il violento nubifragio che, a giugno, ha provocato la morte di un'anziana travolta dalle acque che hanno invaso la sua abitazione. Ha provocato solo il fuggi fuggi generale, invece, la tempesta di vento che si è abbattuta sulla costa alla vigilia di FerragostoA completare l'anno ci ha pensato la tempesta di San Martino, l'11 novembre, con i forti venti di Bora che hanno battuto lungo tutta la costa provocando, anche in questo caso, allagamenti e crollo degli alberi oltre allo spiaggiamento di decine e decine di carcasse di tartarughe marine.

AERADRIA - Il 2013 verrà anche ricordato per il fallimento di Aeradria, la società di gestione dell'aeroporto "Federico Fellini", travolta da una serie di problemi finanziari legati agli intrecci politici. Prima del fallimento della società, erano state dichiarate fallite anche le collegate, come Air e RdR, che portarono a un ulteriore buco per Aeradria di 15 milioni di euro. Un capitolo, questo, che proseguirà anche nel 2014 con l'indagine penale nei confronti degli amministratori di Aeradria.

EVENTI - Se la Notte Rosa 2013 si è confermata come il grande capodanno estivo della Riviera, con il tema di quest'anno legato a Federico Fellini, capace di far approdare a Rimini milioni di turisti, l'anno che si è concluso ha visto la seconda edizione della Molo Street Parade rappresentare un nuovo appuntamento di punta per la stagione estiva. Tuttavia, l'evento si è anche caratterizzato per la drammatica morte di un ragazzo 23enne di Modena deceduto in seguito ad una overdose di droghe sintetiche.

FEDERICO FELLINI E LUCIO BATTISTI - Rimini ha voluto celebrare il Maestro a 20 anni dalla sua scomparsa e, dalla Notte Rosa alle cerimonie in memoria del regista, la città ha messo in campo una serie di importanti iniziative. Tato che le due mostre, allestite per Felliniano 2013, sono state prorogate grazie al buon successo di pubblico riscontrato. Si è invece concluso a Rimini il viaggio di Lucio Battisti, il grande cantautore italiano la cui salma, dopo essere stata traslata dal cimitero di Molteno, per volontà della famiglia è stata trasferita in Romagna per essere cremata e custodita dai familiari.

ABUSIVISMO IN SPIAGGIA E NEI PARCHEGGI DEL CENTRO STORICO - L'estate di quest'anno si è caratterizzata per una forte presenza di abusivi che, in spiaggia, hanno colonizzato il bagnasciuga nonostante gli interventi delle forze dell'ordine. Una situazione che, col passare dei giorni, si è fatta sempre più pesante tanto che non sono mancate tensioni e risse tra le divise e i vu vumprà e, per cercare di ovviare a questo problema, è stato istituito un servizio di vigilantes privati. Una soluzione che, tuttavia, non si è rivelata particolarmente riuscita con gli abusivi che continuavano a vendere paccottiglia e capi di abbigliamento tarocchi sulla riva. Se, in estate, il problema era sulla spiaggia, all'arrivo dell'inverno sono stati i parcheggi del centro storico ad essere invasi dai parcheggiatori abusivi che con parecchia insistenza chiedevano l'obolo agli automobilisti. Una situazione, anche in questo caso, parecchio esplosiva che ha avuto il suo culmine con l'aggressione di un giornalista andato sul posto per realizzare un servizio.

CRONACA NERA - Purtroppo anche il 2013 è stato un anno ricco di fatti di cronaca nera accaduti nel riminese. Tra i fatti più eclatanti l'omicidio, avvenuto il 19 di agosto, di Herrera Sanchez Angel De Jesus, il colombiano 49enne residente a Fano, ucciso? da una prostituta in un appartamento di Misano durante un festino a base di cocaina. Si è invece risolto nel giro di 24 ore il giallo della cameriera romena trovata accoltellata in un albergo di Rivabella il 19 settembre. Se in un primo momento si era parlato di suicidio, le indagini della squadra Mobile hanno poi accertato che la ragazza si era suicidata accoltellandosi da sola.  Grande scalpore, invece, ha destato la sparatoria davanti al Pepenero di Riccione il 12 agosto. In quella occasione furono due le persone a rimanere ferite ma gli inquirenti dell'Arma, che hanno svolto le indagini, sono riusciti ad individuare in breve tempo gli autori scoprendo, allo stesso tempo, che si era trattato di un regolamento di conti nato nel mondo dello spaccio. E proprio in tema di spaccio, la più grossa operazione per contrastare il fenomeno è stata messa a segno dal personale della polizia Municipale che, a dicembre, ha eseguito in una sola notte 53 ordinanze di custodia cautelare in carcere stroncando il giro di pusher che gravitava nella zona di Borgo Marina.

PROSTITUZIONE - Con la bocciatura, arrivata a fine anno da parte della Corte di Cassazione, della misura del foglio di via alle lucciole, si può dichiarare completamente persa la lotta delle forze dell'ordine al fenomeno della prostituzione in strada. Nel corso del 2012 sono state innumerevoli le operazioni di polizia e carabinieri per cercare di arginare le lucciole dove non sono mancate le sorprese come nel caso di mamma e figlia scoperte, entrambe, dai militari dell'Arma mentre si prostituivano insieme perchè in difficoltà economiche. Gli approfondimenti su questo fenomeno hanno portato all'intervista di un transessuale, che ha dichiarato di avere tra i clienti i "più bei ragazzi di Rimini" e al passare una notte "da guardoni" in quello che è considerato per eccellenza il parcheggio dove vengono consumati i rapporti sessuali a pagamento.

STRADE DI SANGUE - Il bilancio degli incidenti stradali nella provincia di Rimini è stato particolarmente pesante durante questo 2013 che ha visto perdere la vita un ragazzino di 14 anni, residente a Montegridolfo, il quale ha perso il controllo del suo scooter. E' invece durata otto giorni l'agonia dell'85enne di San Leo rimasto ferito in un grave incidente lungo la via Emilia. Un 75enne di Ospedaletto è invece rimasto ucciso in un tragico incidente stradale a Pian della Pieve di Coriano, in via Parco del Marano; volato in un fosso, i soccorritori hanno impiegato oltre 30 minuti per riuscire ad arrivare nel punto dove si trovava il corpo. Strada ghiacciata, colpo di sonno, attimo di distrazione, queste le cause del drammatico incidente stradale avvenuto ella zona industriale di Rimini in via Coriano, poco dopo il 'Gros' nel quale ha perso la vita un ragazzo di soli 20 anni di origine ecuadoregna. Si è invece schiantato con il suo scooter contro i bidoni della spazzatura un 31enne barista, residente a Viserba, che ha trovato la morte a Viserba Monte, in via Orsoleto poco distante dal civico 139. Tre giorni di agonia al "Bufalini" di Cesena e poi la morte cerebrale e il conseguente espianto degli organi per la ciclista 57enne, dipendente dell'Ausl di Rimini, investita da un'auto all'incrocio di via Savonarola con via Ravegnani davanti alla chiesa di San Nicolò. Guidava sotto l’effetto di alcol e di stupefacenti il giovane pirata della strada che la mattina del 14 giugno travolse ed uccise in viale Regina Margherita una turista russa, scaraventandola nel giardino di un albergo, e ferì gravemente un'amica, trasciandola per alcuni metri prima di darsi alla fuga verso casa dove di lì a poco gli agenti della PolStrada lo avrebbero rintracciato mentre era andato tranquillamente a dormire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento