L'autopsia conferma la diagnosi di meningite per lo studente inglese

Un ceppo fulminante quello che ha stroncato il 19enne al rientro dalla vacanza a Rimini

John Igboanugo

Gli esami autoptici sul corpo di John Igboanugo, il 19enne studente inglese deceduto improvvisamente dopo una vacanza a Rimini, hanno confermato la diagnosi di meningite. Il giovane giocatore di rugby è stato stroncato da un ceppo particolarmente virulento anche se saranno necessari ancora alcuni giorni per identificare con esattezza a quale mingococco appartenga. Nella giornata di giovedì scorso John Igboanugo rientrava nel Surrey, insieme ai suoi compagni di università, si trovava a Rimini e, nel pomeriggio, è ripartito in pullman alla volta di Milano. Lungo l'autostrada, il 19enne ha accusato un improvviso malore e il mezzo si è fermato nell'area di servizio di Somaglia, in provincia di Lodi, per attendere i soccorsi. Il personale del 118 ha trasportato d'urgenza il giovane all'ospedale Maggiore della città lombarda dove, nonostante tutti gli sforzi dei medici, il cuore del ragazzo ha smesso di battere. A Rimini sono state sottoposte a profilassi 20 persone di cui, quindici, sono un gruppo di inglesi amici del ragazzo rimasti in città e 5 dipendenti dell'albergo che, comunque non è stato chiuso.“

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

  • Dpcm 3 dicembre: feste di Natale solo tra conviventi, viaggia solo chi deve rientrare nella residenza

Torna su
RiminiToday è in caricamento