Naufragio al largo di Riccione, sette persone salvate dalla Capitaneria

Anche due bambini nella comitiva riportata in porto dalla motovedetta che li ha recuperati in acqua

Pomeriggio di preoccupazione per una comitiva di diportisti che, al largo di Riccione, ha fatto naufragio ed è stata salvata da una motovedetta della Capitaneria di Porto. L'allarme è scattato verso le 14 e, dai primi riscontri, pare che il gruppo, tra cui due bambini, si trovasse in acqua a fare il bagno a tre miglia dalla costa. La corrente ha iniziato ad allontanarli dalla barca a vela che si trovava ancorata e, per l'ansia e la paura, l'ultimo rimasto a bordo ha deciso di gettare in mare il gommone autogonfiabile e, a sua volta, si è tuffato per raggiungere il gruppo. E' scattato l'allarme e, sul posto, è intervenuta la motovedetta coi militari della Guardia Costiera che hanno recuperato i naufraghi e, allo stesso tempo, allertato un'ambulanza del 118. I sette sono stati portati a Rimini e, a parte lo spavento, non hanno avuto bisogno di cure mediche. Successivamente anche l'imbarcazione è stata recuperata e rimorchiata nel porto di Riccione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento