Rimini Baseball campione d’Italia, staff e squadra ricevuti in Comune

Il sindaco Gnassi: “Un esempio unico di continuità e longevità: è una storia straordinaria che merita di essere raccontata”

“Quella del Baseball Rimini è una storia straordinaria, per la sua longevità e i successi raggiunti. Facendo un paragone calcistico, è quasi come fosse il Real Madrid, con una grande differenza: il Real cambia continuamente presidente, il Baseball Rimini no, ha solo un presidentissimo”. Il sindaco Andrea Gnassi ha accolto questa mattina i campioni d’Italia del Baseball Rimini, freschi vincitori dello scudetto, il tredicesimo della storia del club neroarancio. I campioni d’Italia, guidati dal patron Rino Zangheri e dal manager Paolo Ceccaroli, sono stati ricevuti questa mattina nella sala della Giunta per un omaggio ufficiale allo straordinario campionato vinto dai Pirati. “Un grazie, sincero, a nome della città per quello che avete fatto – ha detto il sindaco – Ancora una volta siete riusciti ad emozionarci con una vittoria forse inaspettata, ma di sicuro inseguita e voluta. Una vittoria molto riminese, dove la passione del presidentissimo incrocia le storie di uomini come il manager Paolo Ceccaroli, Elio Gambuti, Pippo Crociati, sportivi che a Rimini hanno lasciato un segno. In un periodo nel quale ci siamo abituati ad assistere alla scomparsa di club e squadre nelle varie discipline, il Baseball Rimini rappresenta un esempio di continuità e longevità unico, che ha un grande protagonista, Rino Zangheri. E’ una storia che merita di essere raccontata e fatta conoscere”. “Mi piacerebbe – ha aggiunto il sindaco - iniziare la prossima stagione con un bel momento che ricordi proprio questa gloriosa storia del baseball riminese, una mostra al Teatro Galli, altro simbolo dell’identità riminese, con cimeli e altro ancora. Lancio un appello agli appassionati di baseball, affinché ci possano aiutare a realizzare questa idea”.

Ai complimenti del sindaco si sono aggiunti quelli dell’assessore allo Sport Gian Luca Brasini, per una fase finale di campionato esaltante. “Avete saputo tenere la barra dritta nei momenti più difficili – ha sottolineato – Segno della forza della squadra e dell’ottimo lavoro dello staff”. Uno staff capitanato da Paolo ‘Ciga’ Ceccaroli, che visibilmente emozionato ha ringraziato colleghi e atleti. “Al grande cuore e all’immensa classe dei campioni del Rimini, la gratitudine e l’orgoglio di tutta la comunità riminese” è la frase incisa sulla targa che sindaco e assessore hanno consegnato nelle mani del presidente Zangheri, a cui nel 2000 la città riconobbe il Sigismondo d’Oro. “Nonostante le difficoltà, sapevo che alla fine sarebbe andata bene - ha aggiunto il patron del club, che guarda al futuro. “Se c’è una cosa che mi manca? La Coppa dei campioni…”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento