"Basta razzismo anti-italiano", contromanifestazione di Forza Nuova

Mirco Ottaviani: "Ogni volta che un italiano muore per mano straniera, magari proprio per mano di un richiedente asilo, si cerca in ogni modo di silenziare la notizia"

Sabato 1 aprile, a partire dalle ore 10 in piazza Cavour, l'amministrazione comunale riminese coordinerà una manifestazione 'contro il razzismo' in seguito all'aggressione di qualche giorno fa, che di razzista non ha nulla, da parte di un tossicodipendente pregiudicato e con gravi squilibri mentali a danno di un richiedente asilo.
Forza Nuova dal canto suo accusa la stessa amministrazione comunale di razzismo nei confronti dei nostri connazionali e risponde promuovendo un presidio presso l'Arco d'Augusto sempre sabato 1 aprile alle ore 10.
A spiegarne le ragioni è il responsabile regionale Mirco Ottaviani: "Ogni volta che un italiano muore per mano straniera, magari proprio per mano di un richiedente asilo fortemente voluto da questo governo, si cerca in ogni modo di silenziare la notizia o di minimizzarla: nessuna reazione da parte delle istituzioni, nessuna presenza ai funerali della vittima. Accade il contrario invece quando vi è da fare la solita passerella antirazzista ed antifascista, funzionale a fare rumore per far dimenticare temporaneamente tutte le atrocità a danno dei nostri connazionali, nonché la malgestione della cosa pubblica da parte dei nostri governanti. Sembra proprio che la vita degli Italiani valga meno di quella degli immigrati."

"Basta razzismo anti-italiano" dunque lo slogan con il quale Forza Nuova promuove la propria manifestazione, aperta a tutta la cittadinanza con l'uso esclusivo delle bandiere tricolori, contro quello che Ottaviani definisce a tutti gli effetti "Un crimine costantemente perpetrato a danno dei nostri connazionali con la collusione di un apparato propagandistico che legittima l'immigrazione e concepisce gli stranieri buoni a prescindere finendo per condannare come razzismo invece la difesa del diritto degli italiani a beneficiare in forma prioritaria delle proprie risorse nel proprio paese."

"E così - prosegue il responsabile - andiamo a raccogliere i clandestini in mezzo al mare, li sfamiamo, li vestiamo e li teniamo al caldo dentro comodi hotel, consentiamo agli zingari di non pagare le tasse, di vivere in campi abusivi e senza la minima norma igienica e finiamo per regalargli le case, agli islamici di dettarci le regole e di costruire moschee in ogni dove, e tutto questo mentre gli italiani vittime di calamità naturali vivono ancora dentro alle tende, gli anziani con una misera pensione faticano a sfamarsi e i giovani con voglia di fare si vedono il futuro sottratto."
Infine il monito di Ottaviani - "Sappiano lor signori che discriminando gli italiani in Italia, anteponendo l'interesse verso gli immigrati ed investendo cifre stratosferiche a beneficio dei clandestini, stanno seminando le basi per una vera e propria insurrezione popolare. Oggi ci hanno imposto che si è razzisti se non si concede di tutto e di più agli immigrati ma il vero razzismo è quello che stanno subendo gli italiani in Italia ed il limite della sopportazione è stato superato da un pezzo."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Dpcm 3 dicembre: feste di Natale solo tra conviventi, viaggia solo chi deve rientrare nella residenza

Torna su
RiminiToday è in caricamento