Alticci al volante, quasi 600 patenti ritirate dai Carabinieri nel 2012

Nei weekend e nei ponti festivi, sono stati eseguiti oltre 70 servizi preventivi finalizzati al contrasto della guida in stato di ebbrezza, sono state ritirate 565 patenti

"La vita è un bene prezioso...se hai bevuto, non guidare". E' l'iniziativa finalizzata alla sicurezza sulle strade del riminese presentata dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Colonnello Luigi Grasso, ed dal Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali.  La campagna prevede una serie di servizi finalizzati al controllo della circolazione stradale, con utilizzo di apparecchiature etilometriche.

Sono previsti anche controlli nei locali pubblici in relazione al rispetto della normativa sulla somministrazione e vendita degli alcolici (in relazione agli orari ed all’età), iniziati in occasione della festività di “Halloween”. Con le istituzioni scolastiche della provincia, sono stati programmati una serie di incontri sui rischi dell’abuso di alcool con gli studenti di ogni ordine e grado, curati dai Comandanti delle Compagnie di Rimini, Riccione e Novafeltria e delle Stazioni competenti per territorio;

All’interno dei centri commerciali nei comuni di Rimini e Riccione, saranno allestiti degli stand istituzionali nei quali verranno simulati gli scenari di un controllo alla circolazione stradale con l’uso di alcuni mezzi dell’Arma e delle apparecchiature etilometriche per l’accertamento dello stato d’ebrezza alcolica. Un opuscolo informativo dal titolo “La vita è un bene prezioso….se hai bevuto, non guidare!”  verrà distribuito nel corso degli incontri con gli studenti e con la gente nei centri commerciali, unitamente a dei test etilometrici monouso.

Nel documento, oltre ad indicare la normativa di riferimento e le sanzioni previste, sono stati indicati i sintomi ed i problemi per la salute a vai tassi di alcool nel sangue, nonché gli effetti sulle capacità percettive dei singoli, tenendo conto che gli effetti di più sostanze assunte in una stessa serata si sommano, che le conseguenze su un individuo dipendono, dal sesso, peso e stato di salute generale e che il livello di alcool nell’organismo si stabilizza al valore massimo dopo un’ora e mezza dall’ultima assunzione.

Viene ricordato che la guida è un’attività complessa, che richiede riflessi pronti, mente lucida e soprattutto massima attenzione. Capacità percettive alterate, incapacità di stima delle distanze o di comprensione di un semplice fatto naturale come la presenza di una curva, di un attraversamento pedonale o di un incrocio, può avere conseguenze devastanti per sé stessi, per le persone che sono in auto o per gli altri utenti che si trovano sulla strada.

Infine un paragrafo ad hoc è stato dedicato ad i neo patentati ed ai conducenti professionali per i quali la normativa prevede tassativamente zero tasso di alcool nel sangue, con sanzioni che possono arrivare alla revoca della patente e, per i conducenti professionali, ciò può portare al licenziamento per giusta causa.

La specifica attività, già in corso, nell’ambito di questa Provincia, ha garantito un decremento dell’incidentalità generale di circa l’8%. Nell’anno in corso, nei weekend e nei ponti festivi, sono stati eseguiti oltre 70 servizi preventivi finalizzati al contrasto della guida in stato di ebbrezza, sono state ritirate 565 patenti, di cui il 54% a giovani (età compresa tra i 18 ai 25 anni) e di questi ben il 62% dei casi si trattava di donne.

I valori di tasso alcolemico più elevato rilevato è stati 2,92 g/l – e ciò ha riguardato un uomo che tecnicamente era in coma etilico, mentre il tasso più alto certificato ad una donna è stato 2,67 g/l. Il numero di incidenti stradali verificatisi nella Provincia di Rimini nel 2011 sono stati 2.215, con 24 decessi, mentre nel 2012 solo i Carabinieri hanno rilevato oltre 200 sinistri, di cui 8 mortali. La predisposizione di mirati servizi sul territorio volti a prevenire l’abuso di alcool in tutte le sue forme è un fatto positivo perché è a tutela e garanzia di tutti.

CONTROLLI DI HALLOWEEN - Sono 294 le persone identificate, mentre 137 le auto controllate nel corso dei controlli effettuati nella cuore della nottata del primo novembre. Sono 16 le patenti ritirate per guida in stato d’ebbrezza; 21 le persone sanzionate in via amministrativa. Complessivamente sono state impiegate 27 pattuglie.  Delle sanzioni elevate il 74 % ha riguardato giovani di età compresa tra i 18 ed i 25 anni,
mentre è stata del 37% la percentuale relative alle donne.

Un impegnativo dispiego di uomini e mezzi che hanno battuto le principali arterie stradali ma anche le vie dei centri cittadini, con l’utilizzo delle cosiddette “Stazioni Mobili” e con lampeggianti accessi al fine di essere maggiormente visibili nell’intento preventivo di spingere i conducenti a ponderare la scelta di mettersi alla guida se consci di essere in stato di alterazione da alcool.

Le cifre non depongono a favore di una inversione di rotta ma fanno ben sperare se rapportate ad altri analoghi periodi. Comunque l’attività preventiva continuerà sia con i controlli, che saranno sempre più frequenti, sia con gli incontri con i giovani attesi numerosi il prossimo weekend all’interno delle aree dedicate nei centri commerciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento