Tempo pieno nelle scuole medie: parte il progetto "Rimini Campus"

Il concessionario che si aggiudicherà il bando introiterà direttamente il corrispettivo dagli utenti secondo le modalità ed i prezzi formulati in sede di offerta

Sperimentare il tempo pieno anche nelle scuole pubbliche secondarie di primo grado: questo l'obiettivo del progetto sperimentale "Rimini campus", per il quale il Comune di Rimini ha appena emanato un bando pubblico per l'assegnazione del servizio che, potenzialmente, potrebbe interessare a circa 3.360 alunni e famiglie. Il progetto trae le premesse dalla constatazione non vi sono nel territorio riminese attualmente scuole pubbliche secondarie di primo grado che offrono la possibilità ai genitori di ottenere il tempo prolungato, a differenza di quanto avviene per la scuola primaria.

La proposta progettuale, prima di essere formalizzata nel bando pubblico, è stata vagliata attraverso uno studio di fattibilità avviato da un tavolo tecnico comprendente tecnici del Comune di Rimini e delle Istituzioni scolastiche. Tra gli strumenti utilizzati per verificare il potenziale impatto sulle famiglie della sperimentazione è stato utilizzato un apposito questionario inviato a tutte le famiglie (3.361) degli alunni delle classi quinte di scuola primaria e prime e seconde delle scuole secondarie di primo grado.

Alla luce di quanto emerso dallo studio di fattibilità, e dal successivo confronto in commissione consiliare, è stata formulata la proposta di attivare una sperimentazione nel corso dell’anno scolastico 2014/15 presso la scuola secondaria di primo grado “Bertola”. Nel bando viene evidenziato come, per lo svolgimento del servizio, il Comune di Rimini metterà a disposizione lo spazio didattico e coprirà le spese relative all'ordinaria e straordinaria manutenzione degli immobili e la gestione degli stessi (acqua, energia elettrica, riscaldamento).

Il concessionario che si aggiudicherà il bando introiterà direttamente il corrispettivo dagli utenti secondo le modalità ed i prezzi formulati in sede di offerta. Oltre a questo dovrà redigere il progetto di attività (redazione del progetto, incasso dei corrispettivi dovuti dagli utenti, comunicazione con gli stessi), la raccolta delle iscrizioni, il personale educativo (minimo 1 educatore ogni 15 alunni) e quello eventualmente necessario per ogni altra attività (esempio: pulizia e sorveglianza locali) non prevista a carico del Comune di Rimini. Il valore annuale stimato del servizio è pari a 51.152 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

Torna su
RiminiToday è in caricamento