Gli effetti della crisi: padre e figli arrivano si scontrono con violenza dopo una lite

Per ora nessuno ha inteso presentare querela l’uno contro l’altro. Le parti sono state riportate alla ragione dai carabinieri e invitate a sottoporsi alle cure del caso pur non riportando lesioni evidenti

Si è reso necessario l'intervento dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rimini per spegnere giovedì pomeriggio una violenta discussione tra padre e i due figli all’interno di un ristorante, attualmente chiuso per ristrutturazione. Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell'Arma, il padre avrebbe alzato le mani contro la figlia, procurandole delle lesioni. Era presente anche l’altro figlio, che, per difendere la sorella, ha aggredito il padre.

Per ora nessuno ha inteso presentare querela l’uno contro l’altro. Le parti sono state riportate alla ragione dai carabinieri e invitate a sottoporsi alle cure del caso pur non riportando lesioni evidenti. La motivazione che ha scaturito il litigio è la decisione di riaprire o meno l’attività atteso l’attuale crisi economica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento