Carim, tra ispezioni di Bankitalia e decreto Mps si guarda al futuro

Per il direttore dell'istituto di credito riminese, Giampaolo Scardone il risanamento passa da una serie di interventi che "consentano il parallelo potenziamento di tutte le banche italiane

La ricapitalizzazione da 100 milioni di euro per Banca Carim rimane in ballo. Ma come sottolinea il direttore dell'istituto di credito riminese, Giampaolo Scardone, "va incrociata con i risultati dell'indagine di Bankitalia che stiamo aspettando" e con gli interventi nazionali. "Immaginare una soluzione avulsa da una di sistema è poco credibile", spiega a margine di una conferenza stampa di Confindustria Romagna, di cui la banca è diventata partner. Il senso è dunque che il risanamento dell'istituto passa da una serie di interventi che "consentano il parallelo potenziamento di tutte le banche italiane, che sono tante e di differente dimensione". Di certo, aggiunge, "il sistema fin qui non ha fornito risposte soddisfacenti". Da quando è direttore ci sono stati "10 mesi di ispezione su 18", intanto in Carim si è operato sul bilancio: le perdite ammontano a 73 milioni di euro a fronte di 85 di svalutazioni aggiuntive. C'è, sottolinea, "maggiore trasparenza sulle condizioni delle banche ed è più facile trovare soluzioni". L'auspicio di Scardone è che ci siano "interventi pubblici, sono irrinunciabili per il sistema bancario e il sistema Paese". E' un "momento di grande turbolenza e siamo alla finestra per quanto riguarda il decreto Monte dei Paschi di Siena".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'obiettivo deve essere "aumentare la capacità di resistenza" dell'istituto di credito e da questo punto di vista se a giugno il Tier 1 era al 6,20% a settembre sfiorava il 7%: "Significa circa 30 milioni di euro di aumento di capitale", sottolinea Scardone. Carim, prosegue il direttore, "deve farsi trovare pronta. Siamo fortemente polarizzati a metterla in sicurezza e sono fiduciososo perchè gli ultimi dati sono buoni". In attesa delle risposte dei commissari di Banca d'Italia pare sfumare l'interesse per Carim da parte di Credite Agricole, "mi sembra non se ne parli più". Senza dimenticare che "le soluzioni pasticciate non servono a nessuno". Il decreto Mps, ribadisce, "è molto atteso. Serve pazienza ma di certo - conclude - non stiamo con le mani in mano. I nostri sono obiettivi ambiziosi".
(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento