Il Ceis pronto a spostarsi nella nuova "Città dei servizi"

Il progetto prende forma e il centro educativo potrebbe lasciare la storica sede e trovare una casa nell'area riqualificata della stazione

La grande rivoluzione della stazione ferroviaria potrebbe interessare anche il Ceis, che sembra sia interessato a lasciare la storica sede e trovare nuova dimora nella Città dei Servizi che sorgerà nell'area del Dopolavoro Ferroviario con l’ampliamento del parco, un centro sportivo e ricreativo e, appunto, un polo didattico pubblico-privato.

Un'ipotesi già nell'aria ma che ha preso una forma più concreta in occasione della presentazione dell'approvazione del protocollo d'intesa per la rinascita dell'area, annunciato dal sindaco Gnassi. Il Centro educativo italo svizzero potrebbe così liberare l'area archeologica, una questione che da anni alimenta agguerrite polemiche. Un intervento, questo, che riguarderebbe la seconda fase dei lavori di riqualificazione. "Ci sono sollecitazioni da parte del Ceis - spiega il sindaco Gnassi,  presentando il l'approvazione del protocollo di intesa sulla riqualificazione della stazione - che sarebbe disposto ad aprire unanuova stagione, una nuova pagina, si vedrà.

Area stazione: iniziano i lavori per lo sbocco a mare

Per gli edifici scolastici sono previste superfici tra i 2.500 e i 5.000 mq. Un polo ancora da progettare, finanziato in parte da risorse comunali e con altre forme come i project financing o bandi intergrati per la realizzazione e gestione delle strutture.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento