menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cerca di uccidere la madre malata ricoverata in ospedale, bloccata in extremis

La donna è stata bloccata all'ultimo minuto da un'infermiera che le ha strappato di mano il cuscino con il quale stava cercando di soffocare l'anziana ricoverata in ospedale per un tumore

E' stata sorpresa dall'infermiera mentre, con un cuscino, stava cercando di soffocare l'anziana madre ricoverata nell'ospedale di Rimini per un tumore. Un dramma nel dramma quello che ha colpito una 60enne riminese che, la scorsa settimana, è stata denunciata a piede libero per il tentato omicidio della mamma 85enne. Secondo quanto emerso, la donna aveva chiuso la stanza del reparto di Medicina Interna dell'Infermi dove era ricoverata l'85enne e, proprio questo dettaglio, ha insospettito l'infermiera che ha aperto la porta. Davanti agli occhi della dipendente dell'Ausl si è parata una scena terribile: la 60enne, con un cuscino, stava cercando di soffocare la madre dopo averle staccato il tubo dell'ossigeno alla quale la paziente era collegata. L'infermiera si è precipitata sulla donna, strappandole il guanciale di mano, e ha dato l'allarme facendo accorrere il personale medico che ha prestato i primi soccorsi all'anziana. In corsia è poi arrivato il personale della polizia che ha fermato la 60enne, sposata e con due figli, in stato confusionale. Le uniche parole della donna, che non è riuscita a spiegare le motivazioni del proprio gesto, sarebbero state "Sono profondamente stanca". La donna è stata denunciata a piede libero per tentato omicidio e, volontariamente, si è sottoposta a una visita psichiatrica ed ha accettato il ricovero in una struttura ospedaliera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento