America Graffiti, i concessionari alzano gli scudi: "Non spetta a noi riassumere i dipendenti"

Oggi pomeriggio il tavolo in prefettura: per la prima volta insieme le parti sociali, i concessionari e i gestori del locale

Nuovo "capitolo" della vicenda America Graffiti. Anzi due. Mercoledì pomeriggio si terra in Prefettura il tavolo con il sindacato e per la prima volta insieme i concessionari e i gestori, al termine del quale le parti sociali incontreranno i 14 lavoratori che stanno seguendo nella causa. Ma la novità, dopo giorni di silenzio e assenza da un precedente incontro col sindacato Filcams Cgil, è l'intervento dei concessionari. Parola dunque ai fratelli Pier Paolo e Pier Antonio Parmeggiani, tramite i loro avvocati, Paolo Santoro, Roberto Dalle Nogare e Felice Zaccone.

In una nota rispondono a quanto affermato dai gestori in merito alle responsabilità nei confronti dei 23 dipendenti del locali, precisando che non spetta ai concessionari demaniali dell’ex bar Nettuno riassumere il personale rimasti a spasso dallo scorso 5 febbraio. I legali evidenziano che i gestori, "Nettuno 2010 srl - America Graffiti, stanno dicendo ai propri dipendenti che il rapporto di lavoro continua con la società dei fratelli Parmeggiani perché l’azienda affittata è ritornata in capo a questi". Di parere contrario i Parmeggiani: "E' la Nettuno 2010 srl - America Graffiti che ha avviato la causa per far valere la nullità del contratto di affitto di azienda stipulato fra le parti, ossia l’insussistenza di un titolo che la legittimi alla gestione dell’azienda", come scritto nell’ordinanza del Tribunale che ha disposto il rilascio dei locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non essendoci quindi il trasferimento di azienda, i concessionari non sono tenuti a riassumere i dipendenti, situazione che già Filcams Cgil aveva rilevato. Inoltre, rispetto al canone d'affitto i Parmeggiani, sempre tramite i loro legali, sottolineano che i gestori non hanno versato il canone d’affitto per parte del 2018, né per il 2019. Di qui il provvedimento di restituzione immediata: "Nettuno 2010 srl - America Graffiti - si legge nella nota - stanno dichiarando di aver sempre pagato tutto". Ma nell’ordinanza del Tribunale si legge come i gestori si siano "resi inadempienti del pagamento del canone d’affitto per quasi tutta l’annualità del 2018... e non risultano documentati pagamenti per l’annualità del 2019".  Una vicenda spinosa e "Su questi fatti - evidenziano i legali - e altri ancora il Tribunale si pronuncerà a metà del prossimo mese di marzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento