Col ponte di Tiberio pedonalizzato, un senso unico che circonda il centro storico

L'assessore Biagini: "non ci sono i soldi per realizzare nuove strade o ponti". Gnassi: "la Statale 16 diventerà la vera circonvallazione della città"

Ne' sottopassi ne' altri ponti. "Non ci sono soldi. La mobilità la dobbiamo gestire in maniera ragionata, e il più possibile condivisa, con quello che abbiamo". L'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Rimini, Roberto Biagini, chiude così il dibattito sulla pedonalizzazione del bilennario ponte Tiberio in consiglio comunale di giovedì sera. Dibattito richiesto da alcuni consiglieri attraverso un odg che impegna l'amministrazione a creare un collegamento alternativo. Odg respinto con 17 voti contrari, cinque favorevoli e tre astenuti. Dunque nessuna opera strutturale sostituirà il ponte romano.

Anche perchè, come spiegano Biagini prima, e il sindaco Andrea Gnassi poi, si stanno costruendo le alternative attraverso i vari interventi in corso sulla mobilità. Da un parte la Statale 16, che diventerà, sottolinea il primo cittadino, la "vera circonvallazione" della città, grazie allo sfondamento di via Tonale e a vari accessi con passaggi e sottopassi ciclo-pedonali. Dall'altra. il Fila dritto, l'asse mediano che collegherà la fiera a Miramare grazie a 17 interventi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello alla mobilià, sottolinea Gnassi, è un "approccio integrato coerente con la programmazione territoriale e l'idea di città che perseguiamo". E un tema fondamentale è un suo "uso diverso". Dunque, partendo dalle analisi di "alcuni importanti flussi di traffico" che creano un "imbuto" su ponte Tiberio, si è deciso di ragionare su una "fluidificazione a nord, spingendo su abitudini diverse". Alla base, prosegue il primo cittadino, "c'è un'idea precisa". Invece le "tre-quattro alternative per un attraversamento alternativo al ponte" hanno "grossi costi sociali" e rischiano di non fare disperdere il traffico. Per questo "pensiamo di costruire una circolarità fluidificata attorno al centro storico abolendo il doppio senso e magari invertendo quello di marcia". Così andrebbe "in pensione buona parte della circonvallazione medievale", mentre nell'invaso del ponte Tiberio, conclude Gnassi, potrebbe nascere un "luogo attraente per la citta'". Non solo un'arena per spettacoli. L'"ambizione" è un parco fluviale che grazie all'incontro tra acque marine e di terra e alla vegetazione lacustre sappia affrontare l'innalzamento del mare.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Rimini usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento