La conferenza permanente assicura: "entro febbraio riparte l'aeroporto"

Il Prefetto di Rimini: "E' una vicenda complessa che troverà la sua soluzione entro metà febbraio quando convocheremo l'ultima conferenza per dare comunicazione della riapertura dello scalo"

Secondo quanto emerso dalla conferenza permanente delle istituzioni riminesi, che segue costantemente l'iter per la riapertura dell'Aeroporto "Federico Fellini" di Rimini, entro la fine di gennaio è prevista la consegna dei beni demaniali da parte della curatela ad Enac che ha già confermato di volerli mettere nella disponibilità della società AirRiminum. La nuova società, che si è aggiudicata la gestione dell’aeroporto Fellini di Rimini dopo il fallimento di Aeradria, ha ricevuto ampie rassicurazione dall'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile sulla concessione della nuova certificazione di idoneità della struttura aeroportuale. Ciò significa che l’aeroporto riminese, attualmente chiuso, potrà riprendere la sua operatività, presumibilmente a metà febbraio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E’ una vicenda complessa che troverà la sua soluzione entro metà febbraio - conferma il prefetto di Rimini, Claudio Palomba, che ha seguito la vicenda fin dalla sua origine. - Entro quella data convocheremo l’ultima conferenza permanente per dare comunicazione della riapertura dell’aeroporto". Il direttore generale di AirRiminum Marco Consalvo ha espresso la volontà di recuperare il mercato russo, "per il quale Rimini è sempre stato uno scalo di riferimento", e di "ampliare il network". Consalvo ha inoltre annunciato che in estate "verranno apportate alcune modifiche al terminal per garantire le condizioni di sicurezza mentre altri lavori strutturali verranno eseguiti il prossimo inverno". Intanto, lunedì 26 gennaio verranno completati i colloqui con il vecchio personale e martedì 27 si svolgerà un comitato tecnico con le forze di polizia per la riattivazione dei presidi (vigili del fuoco e polizia di frontiera) che non erano mai stati chiusi definitivamente in questi mesi. Infine, nell’ambito degli accordi tra Stati verranno organizzati incontri con i vertici della vicina Repubblica di San Marino che si appoggia sullo scalo riminese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento