menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz negli agriturismi, per il 56% lo scontrino è un optional

61 controlli strumentali (controlli su scontrini e ricevute fiscali), 2 interventi in materia di sommerso da lavoro e 27 controlli sugli indici di capacità contributiva

61 controlli strumentali (controlli su scontrini e ricevute fiscali), 2 interventi in materia di sommerso da lavoro e 27 controlli sugli indici di capacità contributiva. Rilevate 34 mancate emissioni di scontrini o ricevute fiscali, con un'incidenza sul totale dei controlli pari al 56%. Sono i numeri sui controlli che anche a Rimini tra il 28 aprile e il primo maggio, la Guardia di Finanza ha eseguito, coordinati con l'Agenzia delle Entrate, su alcune strutture ricettive

Nel mirino sono finiti resort, bed and breakfast, centri benessere e agriturismi. I risultati dell’operazione sono stati illustrati dal comandante provinciale, colonnello Mario Venceslai, e il comandante della compagnia, capitano Antonio Mariella. I controlli si sono concentrati sulla corretta emissione degli scontrini e delle ricevute fiscali, ma anche la presenza di eventuali lavoratori irregolari, effettuando, contestualmente, la rilevazione di beni significativi di capacità contributiva.

In materia di lavoro nero, i militari hanno eseguito un intervento presso un agriturismo di Poggio Berni, dove é stato rilevato che, all'interno dei locali operava una ditta di catering che impiegava 4 lavoratori in nero (cuochi e camerieri). Poiché la forza lavoro impiegata in nero era superiore al 20% dei dipendenti regolarmente assunti, è scattata l'immediata segnalazione alla Direzione Territoriale del Lavori di Rimini, per la sospensione dell' attività.

Per evitare la sanzione accessoria, la ditta ha già regolarizzato la propria posizione, versando l'importo di 1.500 euro. Per ogni lavoratore, sarà applicata, poi, una sanzione compresa tra 1.500 e 12.000, oltre a euro 150 per ogni giorno di lavoro irregolare prestato. Altri due lavoratori in nero sono stati scoperto con un controllo in un agriturismo di Monte Colombo.

Nel corso dei controlli sulle strutture ricettive è stato anche rilevato ogni elemento indicativo del reddito come auto di lusso, spese per trattamenti di bellezza, spese di soggiorno, al fine di approfondire la capacità contributiva con quella dichiarata.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento