Coppia di nomadi mette a segno una raffica di furti nel centro storico di Rimini

Vittime delle "mani d'oro" negozianti e passanti che si sono visti soffiare i portafogli da sotto il naso

Due nomadi, una 19enne e una 16enne entrambe già note alle forze dell'ordine, sono riuscite a mettere a segno una serie di furti nel centro storico di Rimini. Il primo colpo è avvenuto verso le 10 di lunedì in via Sigismondo dove, la nomade 19enne e la complice, hanno rubato il portafoglio della titolare di un negozio di abbigliamento della zona che era stato lasciato nella borsa vicino alla cassa. Accortasi di essere stata derubata, la vittima ha dato l'allarme e, una pattuglia della polizia di Stato che si trovava lungo la strada, è riuscita ad acciuffare una delle due ladre mentre, l'altra, è riuscita a scappare. Un passante ha poi indicato agli agenti un trolley, abbandonato dalle zingare, all'interno del quale è stata trovata dell'altra refurtiva asportata in altri negozi del centro. La nomade, finita in manette, è stata processata per direttissima martedì mattina, l'avvocato ha chiesto i termini a difesa e, il giudice, ha liberato la 19enne in attesa del processo fissato per l'11 gennaio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro furto, invece, è stato commesso sempre da una nomade minorenne ai danni di un'anziana, con problemi di deambulazione, che è sata derubata dei contanti appena ritirati in una banca di via Roma. La donna, in compagnia di un'amica, aveva riposto le banconote, 250 euro, nella borsa prima di uscire dall'istituto di credito per poi avviarsi verso casa. Arrivati davanti al portone d'ingresso, la 16enne ha avvicinato le due donne e, con una mossa fulminea, ha infilato la mano nella borsa della vittima per poi fuggire. L'amica dell'anziana ha dato l'allarme e, la minorenne, è stata intercettata nella sua fuga dai militari dell’esercito e da un poliziotto fuori servizio che ha contattato  la Sala operativa della Questura di Rimini. Portata negli uffici di corso d'Augusto, è emerso che la minorenne era la complice della 19enne e, dopo la denuncia, è stata accompagnata presso il centro di prima accoglienza di Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento